Auguri di Natale

Nessuna comunicazione di servizio!

Non ti devo comunicare nessuna degustazione, maratona, pranzo di Natale, ricette, orari di apertura e chiusura,eventi speciali, ecc.

Questa è una lettera senza “ritorno”, un vuoto a perdere.

Un augurio a babbo morto… in questo caso di Natale.

Se non ti fidi dell’oste, ti posso capire. Il ruolo condiziona,e poi oggi è diffusa l’idea che non si fa Nulla per Nulla.

Ma io ci provo. Per poco o tanto che vale, mi impegno anon adeguarmi, cercando il modo di gettare un seme.

Tempo fa ho rincontrato, dopo parecchi anni, un compagno di scuola che nel frattempo era diventato frate francescano.

Passato lo stupore e i convenevoli di circostanza, ci salutammo facendoci gli auguri di Natale, visto che eravamo nel periodo.

Poi, prima di congedarci, Fra Alberto mi mise tra le mani una mini miniatura della Sacra Famiglia con tanto di bue ed asinello. Un gesto come quello che capitava una volta, quando incontravi un prete o una suora, che non ti mollavano senza averti sganciato un santino.

Lo portai a casa, ma senza troppa convinzione, posandolo vicino al presepe che avevo preparato con i miei bambini.

Dopo qualche giorno Andrea, un mio carissimo amico, mi regala la stessa Sacra Famiglia, in versione design, che finisce vicino alla miniatura.

A quel punto mi sembrava brutto lasciarne due da sole e così ne comprai anch’io un paio in qualche mercatino, continuando ogni anno ad aggiungerne altre: Sacre Famiglie dentro scatole di fiammiferi, bicchieri, caffettiere, conchiglie, campanelle, noci, arachidi, noci di cocco ecc.

 Lo so che può risultare Kitsch e feticista, come tante collezioni; che non ha valore religioso ma appartiene alla devozione popolare. Comunque sia, io mi ci sono affezionato e oggi sono arrivato ad una quarantina di Sacre Famiglie. Fra Alberto ha gettato un seme ed io l’ho fatto crescere.

Non bisogna aver paura dei semi, neanche quelli dei mandarini, come mi ricorda il mio amico Luigi. Che li faceva seccare sulla stufa insieme alle bucce che davano profumo, per poi utilizzarli per giocare a tombola la vigilia di Natale.

 Buon Natale!

 Con l’augurio di spargere tanti Semi.

 

 

Lascia un tuo commento: