Risotto con pesto di trombette e gamberi

Risotto con pesto di trombette e gamberi

 

Intanto che ‘coltivo’ il sogno di dedicarmi all’orto, mi tolgo il desiderio con l’orto di Elio, il vicino sottostante della mia casa di Moglio, il borgo sulla collina di Alassio dove ho il limone con cui faccio il limoncello e Daniela fa la marmellata che, abbinata al risotto con il pecorino siciliano, vince tutte le maratone del risotto.

 

Quando mi affaccio dalla finestra per salutare Elio, per ricambiare il saluto lui mi invita, ogni tanto, a ‘scendere il panaro, che mi riempie con le delizie del suo orto. Il pezzo forte sono le zucchine trombette, che oltre ad essere buonissime sono anche belle, con quel fiore di un giallo intenso che sembra voglia baciarti prima di far ‘suonare’ le trombette.

 

 

Una volta tirato su il panaro, baciato il fiore e averlo fritto in pastella, con le trombette in parte faccio una ratatuia, insieme ad altre verdure, e poi con quelle che rimangono ci faccio un pesto per condire la pasta o il risotto per poi ‘riscendere il panaro’ ad Elio con i piatti preparati. È così che abbiamo declassato la cucina a km zero, surclassandola con quella a km sottozero, visto che l’orto ce l’ho sotto casa.

 

A questo punto non ho potuto fare a meno di far assaggiare il pesto di trombette – abbinato con i gamberi –  anche ai partecipanti della scorsa Maratona del Risotto, che l’hanno giudicato il migliore fra i dieci concorrenti, subito dopo il risotto con pecorino siciliano e marmellata di limoni che, a quanto pare, è imbattibile.

 

Visto che di quest’ultimo ti ho già dato la ricetta, ora ti do quella del vice.

Cominciamo con tagliare le trombette a tocchi, per poi dargli una sbollentata veloce e passarli subito sotto l’acqua fredda; mettere nel frullatore le trombette, un olio BUONO, una bella manciata di basilico e degli anacardi, oltre che sale e pepe. Una volta ottenuto il pesto lo tieni da parte e lo usi come vuoi: con pasta, riso, a cucchiaiate o a manate, perché è troppo buono.

 

Volendo invece fare il risotto vice campione, devi prendere dei gamberi e sgusciarli; con il guscio – che in realtà si chiama carapace, ma non posso dirti che devi scarapaciare i gamberi – fai un fumetto (un brodo ristretto); la polpa dei gamberi la tagli a pezzetti e la fai soffriggere appena appena con dello scalogno, dopodiché la tieni da parte. Quindi, fai tostare il riso, sfuma con vino bianco, aggiungi il fumetto e fallo assorbire, poi continua con il brodo vegetale; a metà cottura aggiungi il pesto di trombette e alla fine i gamberi, facendoli finire di cuocere, ma occhio che sono delicati, perciò non farli cuocere troppo perché sennò diventano rattrappiti e non sanno di nulla.

 

Questo risotto non l’ho ancora fatto assaggiare a Elio, perché l’altra volta gli ho ‘sceso il panaro’ con la pasta, ma visto il risultato dovrò rimediare presto, perché Elio è permaloso e se viene a saperlo mi recide la corda del panaro.

 

 

 

Cuochi d’Azione

Cuochi d’Azione

  Non puoi andare in battaglia senza armi e munizioni, e non puoi sferrare l’attacco senza il sostegno e la fiducia della tua squadra. In un pronto soccorso, non sai mai quante e quali urgenze arrivano. Bisogna essere pronti ad una prima diagnosi e intervenire subito, senza perdere il minimo tempo; dare ordini perentori e… Continue Reading

Maratona del Risotto di Giugno 2017

Maratona del Risotto di Giugno 2017

  Giovedì 29 giugno alle ore 20.15 Ristorante Oryza Via Bertola 57 – tel. 011- 5130574   LA MARATONA DEL RISOTTO 10 tipi di risotti, più una dolcezza per finire, che potrai votare sull’apposito modulo di cui ti doteremo. Prezzo € 30.00 a persona compresa l’acqua del sindaco, ma depurata da noi, il vino dalla botte e… Continue Reading

Risotto con vongole e pesto genovese

Risotto con vongole e pesto genovese

  La tradizione vuole che il pesto genovese si sposi con le trofie o con le trenette, ma noi gli abbiamo concesso una ‘scappatella’ con il riso, favorita dal sapore di mare… sapore di sale della vongola e dall’inebriante vino bianco chiamato a ‘sfumare’… le  consuetudini. Ciononostante abbiamo comunque rispettato la tradizione, coinvolgendo le patate e… Continue Reading

Vide ‘o Renat’ quant’è bell’

Vide ‘o Renat’ quant’è bell’

    Quando uno torna da un viaggio, specialmente se ne è rimasto entusiasta, vorrebbe trasmettere a chiunque – con racconti, fotografie e video – tutte le esperienze che ha vissuto e le emozioni che ha provato.   MA CHE PALLE!  potrebbe pensare qualcuno, anche se non lo dice direttamente all’interessato, specialmente se i racconti… Continue Reading

Cena Tipica Etiope maggio 2017

Cena Tipica Etiope maggio 2017

Mercoledì 31 maggio alle ore 19.30 Ristorante Oryza Via Bertola 57 – Torino – Tel. 011-5185255 CENA TIPICA ETIOPE Per festeggiare insieme l’ultimo pozzo d’acqua che abbiamo appena inaugurato nel mese di aprile 2017. Vi faremo degustare delle specialità preparate, secondo tradizione, dal nostro gruppetto di belle abissine impiantate a Torino. Il prezzo della Cena è di… Continue Reading

La Maratona del Risotto – Maggio 2017

La Maratona del Risotto – Maggio 2017

  Giovedì 18 maggio alle ore 20.15 Ristorante Oryza Via Bertola 57 – tel. 011- 5130574   LA MARATONA DEL RISOTTO 10 tipi di risotti, più una dolcezza per finire, che potrai votare sull’apposito modulo di cui ti doteremo. Prezzo € 30.00 a persona compresa l’acqua del sindaco, ma depurata da noi, il vino dalla botte e… Continue Reading

E’ la Somma che fa il Totale

E’ la Somma che fa il Totale

  Eccomi ad inaugurare un altro pozzo d’acqua in Etiopia, grazie al contributo di tante persone che mi hanno dato, e continuano a darmi FIDUCIA.   Per realizzare un pozzo ci vogliono circa 12.500 euro. Detto così può sembrare una cifra importante, difficile da realizzare, alla portata di pochi che possono avere dei soldi in… Continue Reading

Spaghetti alla Tonnarotta

Spaghetti alla Tonnarotta

    Questo piatto mi emoziona talmente tanto, sia prepararlo sia  mangiarlo, che mi ha suscitato di scrivere la ricetta in versi.     Cantico dei Sapori –  La ricetta degli spaghetti alla tonnarotta   Tutto comincia in padella, dove gli ingredienti si incontrano, si abbracciano, si ricreano, in un sapore unico: nessuno prevale e nessuno… Continue Reading