Ci vediamo in piazza…

Ci vediamo in piazza…

Ci vediamo in piazza… si diceva una volta, quando il mondo era molto più grande e i nostri punti di riferimento erano poco più di pochi.

Le cose cambiano, ma noi siamo sempre quello che siamo.

Possono cambiare le piazze, ma non la voglia di incontrarsi.

Certo, ci vuole impegno. E non dobbiamo confondere lo strumento con il principio, o il fine; la piazza, o il computer con le persone.

 

Perciò ti propongo questa piazza: la piazzetta del Buontempo, dove possiamo incontrarci (intanto davanti al computer) sperando poi di spostarci in una delle tante nostre belle piazze, da goderci pienamente, senza cercare di continuare a rimanere collegati con chissà chi e chissà dove.

piazzetta-gruppo-ridotta-blog

Noi ci siamo… Ora tocca a te

Racconta quello che vuoi, e vediamo cosa viene fuori.

Renato Collodoro, con tutta la compagnia

 

SCORRI FINO IN FONDO E TROVI LO SPAZIO PER SCRIVERE

207 commenti to Ci vediamo in piazza…

    • Vero Gerry, ma io sono un po’ incasinata….comunque l’importante è avere voglia di vederci e questa non ci manca.
      Complimenti a Renato che ha sempre delle splendide idee….ma dove la trovi tutta questa fantasia…..l’ho sempre detto che sei un fenomeno di uomo…e che uomo!!!!!!

  1. buona l’idea della piazza purtroppo io non ho mai voglia di cucinare non ti sono di nessun aiuto a livello culinario sono molto fissata mangio verdure e tofu seitan soia sono definite tra virgolette triste nel cibo sono perennemente a dieta

  2. Sempre bello leggere le tue e-mail, un po’ xkè l’argomento cibo è coinvolgente e stimolante di suo, un po’ xkè le tue osservazioni “a latere” mi fanno spesso riflettere/pensare/sorridere… Continua così!

  3. Oggi ho cucinato con il wok. Ho scoperto un mondo: di sapori, di profumi, di miscugli, di serenità. La mia famiglia si è leccata i baffi! Vuoi la ricetta? Hahaha! Sei sempre il mio guru preferito! A presto

    • Ciao Enrica, certo che mi interessa la ricetta. Anche perchè ho comprato il wok qualche anno fa e non l’ho ancora usato. L’aspetto, allora!

  4. Le tue mail le leggo sempre volentieri 🙂 anche se preferisco sedermi ad un tavolo e mangiare qsa che hai cucinato 😉
    A presto

    • Beh, sedersi a tavola e mangiare, rimane sempre al primo posto delle relazioni. E possiamo pure indugiare sulle mail. Ma nel frattempo… Grazie

  5. Le tue mail strappano sempre un sorriso, ogni volta così diverse e così particolari!!! 🙂
    io sono una golosa di dolci e mi preparo spesso torte x la colazione, come quella di pane e amaretti oppure quella menta e cioccolato!!!! così inizio la giornata col buonumore!!! 🙂

    • Cara Alessia, solo immaginarle le tue torte, preparate addirittura per la colazione, hanno messo di buonumore anche a me.
      Quando vorrai darci anche una ricetta, saremo tutti ancora più contenti.
      Grazie!!!!!!

  6. Ciao Renato, per me è sempre un piacere leggerti.
    Anch’io ho un’amica che ha lo stesso atteggiamento così cerco di non sentirla spesso.
    Cucinare mi piace, e mi piace inventare e/o sperimentare piatti e combinazioni nuove,sopratutto per i primi piatti , che Paolo (il mio compagno) apprezza sempre.
    La mia cucina è semplice , cerco di utilizzare solo l ‘olio extravergine,posssibilmente a crudo cerco di evitare il burro. Ed ora vorrei da te alcune ricette di torte leggere senza burro.
    ti ringrazio … buon lavoro.
    LOREDANA

    • Cara Loredana, grazie per l’apprezzamento! Sulla cucina siamo in perfetta sintonia, ma una ricetta stavolta l’aspetto da te… se hai tempo e voglia.

  7. Bravo Renato, bella idea.
    Avere un feedback sulla tua newsletter da noi affezionati readers … Va beh, basta inglese, mi son divertito un po’ anche io 🙂 spinto dalla tua allegria che permea ed alberga (ci si trova proprio bene, si vede, cibo e alloggio ottimi) in tutti i tuoi scritti.
    Per ora un veloce saluto a tutta la compagnia
    Ettore

  8. Grazie per l’invito…sempre piacevole leggere cose interessanti. Al momento provo un pizzico di sana gelosia, vorrei essere nelle stesse condiioni lavorative di Renato, ma purtroppo dopo 3 anni di puro divertimento, lavorativo, in russia grazie ad un socio disgraziato mi trovo solo a leggere senza poter creare un gemellaggio virtuale…o come meglio dice renato…VIRTUOSO.
    comunquue grazie per l’idea)))

    • Grazie a te, Luigimario. Se il tuo socio è disgraziato, meglio che l’hai mollato. Quando vuoi scrivi a me, che se mi capita vengo a trovarti in russia….
      O ci ciornia… che in piemontese vuol dire un’altra cosa.
      ciao

  9. Ciao, Renato, e grazie dell’invito; non ho capito una cosa, però: il racconto dobbiamo lasciarlo qui, nei commenti? Immagino di sì (che volpe, eh?)..
    Bene, fine del mio primo racconto, bello eh?
    Ciaoo
    Cinzia

  10. Ciao Renato
    La piazza …. il luogo il cui ci si trovava
    Sempre
    Per decidere dove andare
    Ma
    Dove alla fine passavi la serata
    O la giornata d’Estate
    Decidendo e divagando sul mondo stretto che ti stava
    O ti sta intorno
    Il mio desiderio per la maratona
    AI … Autunno Inverno
    Riso Castagne Latte
    Ci vediamo lunes

    • Caro Gianmario, bella la tua rievocazione della piazza… ti meriti il riso castagne e latte, che nella prossima maratona non mancherà

  11. Ciao Renato, mi sembra di conoscenti da tempo anche se in realtà sono sempre andata alla Mezzaluna di Alassio. Mi piace tantissimo quel locale, l’atmosfera, la musica, i piatti sfiziosi, il caffè servito nella caffettiera….mi piacciono anche le tue riflessioni, la tua ironia e le tue ricette che aspetto sempre….

    • Cara Maria Pia, ti ringrazio molto per questo apprezzamento. Anche perchè in parte mi sono raccontato attraverso l’Osteria Mezzaluna, e mi fa piacere che questo venga colto anche se non sono presente. In compenso c’è il mio amico/fratello/socio Gianni che continua a raccontare questa storia.
      Grazie!!

  12. Salve,
    ti leggo sempre volentieri,
    passo spesso molto vicino al tuo ristorante…
    in bici, è il mio mezzo di trasporto,
    estate inverno, pioggia sole,
    mentre vado o torno da lavoro,
    sono stata da voi un paio di volte,
    mi piace il locale ed anche l’accoglienza….
    Sono curiosa di assaggiare un risotto cannaroli con i fiocchi
    una sera prenoteremo, bye
    buon tutto Lulu

  13. Ciao Renato, prima di tutto, ricetta: “Fiocchi di sorrisi al buonumore”. Ogni mattina create almeno 5 o 6 fiocchi di sorrisi da regalare ai vostri cari, ma anche ai vicini di casa, al panettiere sotto casa o a chi volete voi. Mescolate i sorrisi con qualche battuta di spirito o con qualche ritornello (anche stonato) di una canzone che vi piace. Buttate nel composto un po’ di pensiero positivo e di ottimismo e lasciate lievitare al ritmo del vostro cuore. Mangiate il piatto in compagnia di chi amate!
    Seconda cosa: tra qualche giorno esce il mio romanzo “Florence” in cui il teatro della vicenda è una pasticceria di Montpellier, chissà, magari potresti ospitarmi una sera per presentarlo!
    Ciao e arrivederci in piazza!

    • È sempre un piacere leggerti…riesci sempre a strappare un sorriso… la mia ricetta é : lasagne fatte con il pane carasau ammorbidito nel brodo…ci puoi aggiungere quello che vuoi…leggere ma appetitose. A presto

  14. Buon giorno (per ora alba 🙂
    Complimenti veloci ma calorosi (mentre viaggio in tren) per le mail, sempre cordiali, interessanti (per argomenti e ricette) e calorose.
    Per il momento mi dolgo di non poter dar un contributo culinario …perché sto cercando me medesimo di migliorare la mia cucina da novellino …carpendo il vostro saper 🙂
    Trovo comunque molto illuminante l`idea dell`incontro in piazzetta (che ci ricorda che se davver vogliamo, un minuto per tutto..lo troviamo).

    Rilancio però..sperando di aver a breve news sulla maratona del risotto di Ottobre ..dove potersi incontrar di pesona!:-)

    Un buona giornata a tutti

    AF

  15. Ciao sono venuta a una maratona del risotto e mi è piaciuta tantissimo…confido fiduciosa di partecipare ad altre Vs. iniziative, Vi abbraccio
    A presto
    Scrivetemi mi fa piacere
    smackk

  16. Ciao,
    purtroppo io leggo le tue mail al lavoro e sono sempre di corsa, ed è capitato più volte che non riesco ad arrivare alla fine per mancanza di tempo, mi riprometto di riprendere la lettura successivamente e poi… nel dimenticatoio. Ti chiedo scusa ma non è cattiva volontà.
    Questa mattina invece la tua mail mi ha incuriosito e come vedi il tempo me lo sono preso anche per scriverti!!!
    Oggi solo per salutarti e per farti vedere che esisto, successivamente spero di avere il tempo di raccontarti qualcosa di me e della mia passione per la cucina. Comunque tu continua a mandarmi le tue mail che mi fanno piacere.
    Fiorenza

    • Ciao Fiorenza, capisco benissimo la “distrazione” e non hai di che scusarti, ci mancherebbe.
      Grazie per avermi risposto e a presto per la condivisione della tua passione.
      Ciao!!!

  17. Io l’avrei chiamata Piazzetta del tempo, perchè prima o poi il tempo ci avrebbe portato lì, ma avrebbe avuto un sapore esiziale: il buon tempo è tutta un’altra cosa. È l’augurio che il futuro sia buono, ma anche che il presente sia buone e speso bene: e per spenderlo bene bisogna fermarsi a riflettere, organizzare e forse fantasticare …. ma dove fermarsi se non nella nostra piazzetta? Luogo che si conosce dà sicurezza e perchè no anche ispirazione

  18. Bello! Mi piace l’idea di fornire un feedback alla tua newsletter!!!! Bravo Oste!

    E poi questa estate sono stata in un paesino delle alpi liguri, invitata da amici e mi sono riempita gli occhi della piazza.
    Una piazza piccola, con un bar e una fontana e alcune panche, intorno a cui si sviluppava un paese altrettanto piccolo, famoso per i biscotti (Pamparato) e mi sono stupita nel vedere come esista ancora il culto della piazza.
    Tutto il paese era lì, giovani e bambini compresi.
    E sono rimasta ancora più stupita nel vedere altra gente che arriva, portandosi da casa la sedia.
    Nelle sere d’estate si balla, si discorre, si racconta.
    Mi è piaciuto, pensavo che fosse una consuetudine oramai abbandonata.
    E mi piace pensare che questa sia una piazzatta in cui trascorrere del buontempo!
    Buona giornata!

    • Che bella immagine ci hai regalato, cara Raffaella. Fortunatamente il nostro Belpaese è ancora vivo e vegeto, da questo punto di vista. Anche se a volte ce ne dimentichiamo. Bello!! Andrò a Pamparato. Grazie!!

  19. Ciao Renato grazie di tenerci sempre in memoria, anche se noi non ci facciamo vedere spesso. La foto mi èpiaciuta molto, si vede che siete tutti soddisfatti del vs lavoro e che siete gratificati della golosità dei clienti/amici. Io e Marta (mia moglie) tra molti impegni famigliari e qualche acciacco, ” superato” non abbiamo fatto molto questa estate. Ci proniamo per un futuro migliore: Forse. Non possiamo competere con le tue ricette; ma mi imformo presso una cuoca, mia amica e poi ti dico. Intanto un forte abbraccio dagli amici di Modena enrico e marta.

    • Caro Enrico, mi fa sempre molto piacere ricevere vostre notizie da Modena. E’ vero che non ci vediamo spesso: Modena non è proprio dietro l’angolo, ma è belle mantenerci in contatto. O no????
      State in salute e a presto

  20. Ciao a tutti. E’ sempre un piacere sentire notizie sui ristoranti, con ricetta buone e sfiziose, avere notizie sui pozzi d’acqua dove don Sergio porta le “raccolte” che gli diamo-donaniamo. E sapere anche di voi come state mi fa piacere. Io sono ancora in ferie “estive” , la prossima settimana sarò a Padova per un corso di tre giorni, poi si ricomincia e si torna al lavoro…con una notte!!! Va bene comunque, tornare alla fine fa piacere.
    Un saluto. Renata.

    • Grazie Renato, ti anticipo una news. Lunedì 6 ottobre organizziamo una cena di beneficenza in ci sarà pure il don… ti aggiorneremo comunque.
      a presto

  21. mi sembra davvero carina come iniziativa…e credo che tu sia un oste davvero unico nel suo genere: hai reso il cibo un veicolo di comunicazione che tocca non soltanto la fisicità della persona, ma anche la spiritualità. Un abbraccio!

  22. Grazie Laura, mi hai fatto proprio un bel complimento. Ma alla fine, tutto è uno strumento finalizzato alla relazione. Però ci sono relazioni sane e altre un pò malate…
    Noi ci impegniamo per stare in buona salute, non è vero???
    A presto

  23. SIETE GRANDI ……la piazzetta è una grande idea il ritrovo di una volta,fa sempre piacere leggere le tue email a presto e non cambiate mai CIAO A TUTTI VOI MAX

  24. Devo dire che ho ricevuto per caso queste e-mail,ma le ho sempre lette con piacere,mi dispiace non conoscerti di presenza mi piacerebbe venire a trovati nel tuo ristorante.Complimenti per la bella iniziativa della piazzetta.

  25. Un saluto a te ed a tutta la tua brigata,mi auguro di venirvi a trovare,dopo le vacanze estive ripreso a lavorare ma mi e rimasto il ricordo di un piatto semplice ma di una bonta’ ‘genuina’ l’insalata pantesca dal nome del piatto avrai capito dove sono stato in vacanza…..e immagino che la ricetta la conosci bene.
    Vi auguro buon lavoro e un arrivederci.
    PS. Se non ti porta via troppo tempo visita il sito web che ti ho scritto e se avrai voglia faremo una chiacchierata……

    • Ciao Mauro, Pantelleria è uno dei posti che ho visitato che più mi è rimasto cucito addosso. Noi abbiamo in menu le tagliatelle con il pesto pantesco e degli ottimi vini. Ti farò assaggiare…

      Ma il sito non l’hai scritto, però.
      L’aspetto, allora!

  26. Ripartono i nostri ormai collaudati STAGE DI ARTE APPLICATA nella splendida cornice del BORGO MEDIEVALE di Torino. Li tiene direttamente mio marito fabbro, con la collaborazione di colleghi artigiani “DOC”, nella nostra bottega del ferro battuto, in un unico appuntamento di 3, 4 o 5 ore:
    SABATO, 27 SETTEMBRE h. 14,30 – 18,30 FORGIATURA DEL FERRO
    SABATO, 4 OTTOBRE h. 14,30 – 17,30 BIJOUX ANTICHI
    SABATO, 11 OTTOBRE h. 14,00 – 19,00 INTAGLIO SU LEGNO
    SABATO, 25 OTTOBRE h. 14,00 – 18,00 FORGIATURA DI PICCOLE LAME
    Per ulteriori informazioni rimando al nostro sito: http://www.bottegadelferro.it/corsi.aspx

    Un buon inizio d’autunno a tutti!!!! Chiara

    • Grazie Chiara, per averci reso partecipe delle vostre belle iniziative. Ai frequentatori della piazzetta, non sfugga che Chiara ci invita in una delle piazzette più suggestive di Torino, quella del Borgo Medievale.
      Passerò presto a trovarti.

  27. Ciaooooooooooooooooooooooooooo,
    visto che sono tornata da solo una settimana dalla Grecia faccio che dare a Voi tutti questa ricetta:

    Ingredienti (per due persone):

    melanzane, 500gr

    cipolla, una piccola

    macinato di carne, 250gr

    pomodori freschi, 2

    besciamella

    patate, 2

    parmigiano grattugiato, 2 cucchiai

    vino bianco

    origano

    cannella

    prezzemolo

    sale, pepe, olio

    Tempo di preparazione: 1 ora e 30 minuti

    Preparazione:

    Iniziamo la nostra ricetta partendo dalla carne (che sarebbe meglio preparare il giorno prima): tritate la cipolla finemente e mettetela a soffriggere in una padella con un filo di olio; quando avrà preso il colore dell’ambra, aggiungete la carne e mescolate bene, quindi proseguite la cottura finché la carne non inizia a cambiare colore.

    Sfumate ora con del vino bianco; aggiungete poi i pomodori tagliati a dadini, origano, sale, pepe e mezzo cucchiaino di cannella. Coprite il tutto con un coperchio e cuocete finché l’acqua non si sarà assorbita completamente. Quando sarà pronto aggiungete prezzemolo e parmigiano grattugiato, quindi mettete da parte a freddare.

    Nel frattempo, proseguiamo con la preparazione delle melanzane: tagliate le estremità e dividetele a fete nel senso della lunghezza che siano spesse circa 1 centimetro; mettetele a riposare per 30 minuti circa in una ciotola con dell’acqua fredda salata.

    Trascorso il tempo indicato, strizzatele con delicatezza e mettetele a scolare. Una volta asciutte, mettetele a friggere in una pentola con olio di semi bollente, finché non si siano ben dorate da entrambi i lati; mettetele infine a sgocciolare sopra un piatto rivestito con carta assorbente.

    Prendete ora le patate, sbucciatele e tagliatele a dischi sottili; mettetele a saltare in una padella per un paio di minuti con l’olio, condendole con un pizzico di pepe e i origano.

    All’interno di una teglia per il forno, iniziate a comporre la vostra moussaka con un primo strato di patate, un secondo con le melanzane (metà), poi con la carne macinata e, infine, con un’altro strato di melanzane.

    Completate con la besciamella (tantaaaaaaa) e una spolverata generosa di parmigiano grattugiato. Mettete a cuocere a 180° finché non vedrete formarsi una crosticina marrone in superficie. Mettete a raffreddare per una manciata di minuti prima di gustare(deve essere bella solida)

    • Grande Marzia, favolosa la Moussaka! Mi hai fatto venire una voglia… Mi stampo subito la ricetta, di cui ti faccio i complimenti per i dettagli, ed eseguo.
      Grazie infinite.

  28. CARINA L’IDEA DELL’INCONTRO IN QUESTA PIAZZA VIRTUALE…RINGRAZIO PER L’INTERESSAMENTO..RICEVO SEMPRE VOLENTIERI LE TUE COMUNICAZIONI..E LE LEGGO CON INTERESSE..NON SONO IN GRADO DI PROPORRE RICETTE IN QUANTO COME CUOCA SONO ZERO..MA SALUTO TUTTI CARAMENTE !! EMANUELA !1

  29. Renato ottima idea la piazzetta posto classico per incontrarsi. Mi piace cucinare ma sono pivello. Mi aiutano molto le tue fantasie culinarie..come mi vengono poi non so…per ora gli amici che hanno provato mi salutano ancora!! Mi mancano molto però, per me profano, le dosi di quello che tu consigli.
    Quando verrò nuovamente ad Alassio ti verrò a trovare
    Grazie ed un sincero saluto

    • Grazie a te, Corrado. Mi fa piacere che ti cimenti con le mie ricette, e anche senza dosi vedi il risultato c’è. Io non le do apposta, non per fare dispetto, ma perchè penso ti permetta di sperimentare mettendoci del tuo, così la ricetta, alla fine, appartiene a entrambi. E tu impari prima, estendendo le basi acquisite a tanti altri piatti. Così è la cucina, più semplice di come la vogliono far passare i fenomeni da televisione…
      Alla prossima…

  30. Ciao Renato, per me è sempre un piacere leggerti.
    Mi piace cucinare e provare nuove ricette, cerco di utilizzare prodotti a Km0, olio evo, uso il burro solo quando devo fare le uova al tegamino x mio marito altrimenti non le mangia.Quando vado a Torino,se riesco, faccio un giro a Porta Palazzo dai contadini.
    Mi piacciono anche i dolci, sono nipote di un pasticciere quindi non poteva essere diversamente
    Non ho ancora avuto il piacere di venire a trovarti ma prima o poi ci riuscirò
    ancora grazie, buon lavoro e un saluto a tutti
    Anna

    • Grazie Anna!! Sono contento che vai a Porta Palazzo. E’ un luogo pieno di gusto… e di Vita, che non può che arricchire. Condivido tuo marito sulle uova al tegamino, poichè oggi si tende a esaltare cose insignificanti, orpellandole e non si valorizzano le cose semplici per quello che sono.
      Comunque a me le uova al tegamino piacciono girate, con un pò di crosticina anche sul tuorlo…
      a presto

  31. Renato caro, e cari tutti…
    io una piazza di riferimento ce l’ho: Piazza Statuto, dove passo la quasi totalità della giornata (per motivi lavorativi, come ben sai).
    Ciò detto… oltre che della Piazza, sono una amante della Pizza, sebbene tale piatto non rientri in quelli da Voi proposti.
    Queste poche righe (scusa la brevità, ma è ciò che riesco a produrre compatibilmente con gli incombenti di ufficio) per salutare caramente Te, il mitico Mario (dagli un bacio da parte mia!) e tutto il resto della truppa.
    Buona giornata e buona settimana!
    Roberta

    • Grazie Roberta, piazza Statuto ha accompagnato tutta la mia giovinezza. E dopo trent’anni fuori da Torino, quando torno dove finisco? Tra piazza Statuto e via Cernaia (dove ho passato un altro pezzetto ma decisivo momento della mia vita) Corsi e ricorsi…
      Mario te lo posso abbracciare ma non baciare: comunque glielo dico.
      a presto e buon tutto!

  32. ricordo che una volta quando si diceva di una persona che era “in piazza” si intendeva dire che era pelata (meglio….pelato….trattavasi quasi sempre di maschi 🙂 )
    Comunque ti prendo in parola e ti racconto cosa ho fatto!
    Dopo un’estate per niente entusiasmante, sono appena tornata a casa da una 4 giorni 4 a Praga: splendida città con piazze magnifiche, come quella famosa dell’orologio!
    Purtroppo avendo improvvidamente imprestato la mia macchina fotografica, non posso mandarti la foto, ma non appena la otterrò da qualcuno degli amici che hanno lo scatto facile te la girerò.
    Quanto al cibo, ho mangiato cose squisite, se vuoi ti mando le ricette….in ceco…ma forse è più facile indicarti la birra Pilsner…la trovi già pronta ed è buonissima!
    dicono anche che sia poco alcolica..dicono, perchè a me (che comunque non riesco a berne più di un 33 cl.)fa uno strano effetto, tipo gas esilarante e dondolante
    alla prossima!

    • Grazie Emanuela, Praga mi manca (nel senso che non ci sono stato), ma la pilsner, già negli anni ’80 la vendevo e la bevevo con molto gusto. Fortunatamente, per la mia incolumità, è più quella che ho venduto,anche se è una delle birre che mi piace di più.
      Aspettiamo qualche foto, allora. Così, magari mi verrà voglia di andare in loco.
      un carissimo saluto

  33. DI SEGUITO CIO’ CHE MI HA RISPOSTO BRUNA, VIA EMAIL, AUTORIZZANDOMI A PUBBLICARLO NELLA PIAZZETTA PERHE’ LEI HA POCA DIMESTICHEZZA CON LA TENCOLOGIA…

    Sono Bruna e riconfermo il piacere di leggerti ma anche di averti ieri incontrato con il mio quadernetto delle ricette della mia mamma, datato 1924 – 1930
    Bella l’idea della piazzetta del buontempo, io credo sempre di più nel valore dell’incontro, della relazione scambievole, dello stare insieme con il sorriso
    e la gioia.
    Se penso ad una vera Piazzetta unica e particolare, io vedo quella di Cervo Ligure , dove tutto è magico, colori, sfumature e senso di pace, il che ti invoglia ad avere
    ( in piemontese ) al ” BUN TEMP ” che non è buon tempo, ma una disposizione d’animo a vedere il mondo in un altro modo, a pensare in modalità creativa
    e non banale, ad avere quel pizzico di pazzia che ti fa uscire dal branco degli omologati e dei benpensanti.
    Ti lascio una delle ricette di riso della mia mamma, anche se io non amo cucinare e ho veramente messo poco in opera le sue ricette di un tempo passato,
    di una Scuola di Cucina del 1924 ,che provvederò a fotocopiare presto e a passartele:

    RISO AL LATTE ( PER CONVALESCENTI )

    1 LITRO E MEZZO DI LATTE – 1/2 LITRO DI ACQUA – 3 HG DI RISO – 40 GR. DI BURRO

    SI FA BOLLIRE IL LATTE E L’ACQUA NELLE PROPORZIONI DI 2 TERZI DI LATTE CON UN TERZO DI ACQUA. QUANDO BOLLE SI VERSA IL RISO CHE DEVE CUOCERE PER
    ALMENO VENTI MINUTI

    Allora il latte era uno solo, quello munto, e non c’erano latte scremato o parzialmente scremato, la scrematura era solo naturlish!! e ai convalescenti vitamine in passaggio
    diretto, dal produttore al malatino…

    Al prossimo incontro!!

  34. Torno sempre volentieri in questa piazzetta, anche perchè ho visto che qui arrivano tante belle persone.
    Allora condivido con te, Renato, e con tutti quelli che lo desiderano, la ricetta del maiale in agrodolce fatto nel wok.
    Premetto che il gusto è molto diverso da quello che si mangia al ristorante cinese, perchè un po’ modificato. Lo trovo squisito, perchè mi piacciono i sapori contrastanti.
    Quando si cucina col wok, tutto avviene in maniera piuttosto rapida, quindi è consigliabile tenere gli ingredienti a portata di mano.
    Per due persone servono:
    – un pezzetto di zenzero fresco tritato
    – uno spicchio piccolo di aglio tritato
    – 1/2 cipolla media (io uso quella bionda)
    – 1 piccolo peperone
    – 300 g. di filetto di maiale
    – ananas a tocchettini (se si usa quello in scatola deve essere al naturale!)
    – zucchero di canna
    – salsa di soia
    – aceto di mele
    – farina q.b.
    In una padella (non nel wok) mettere un filo d’olio e far cuocere il maiale dopo averlo passato nella farina. Spegnete il fuoco quando sarà rosolato bene, non importa se non è completamente cotto perchè terminerà la sua cottura nel wok.
    A questo punto nel wok mettere un cucchiaio di olio dopo aver scaldato il tegame, che va fatto girare un po’ per oliare anche un po’ i bordi.
    Unire zenzero e aglio a soffriggere per qualche secondo.
    Alzare la fiamma del wok, che dovrà rimanere alta per tutta la preparazione. E’ importante infatti girare spesso il tutto con un cucchiaio di legno. Unire subito cipolla e peperone, tagliati entrambi a tocchetti grossolani (come una falange).
    Quando la cipolla è imbiondita, continuare aggiungendo l’ananas con una tazzina del suo succo, che sfrigolando evaporerà in parte.
    Subito dopo innaffiare con mezza tazzina di salsa di soia, un cucchiaino di zucchero di canna, due tappi di aceto di mele.
    Non appena il tutto è amalgamato, versare il maiale rosolato in precenenza e far terminare la cottura, aggiungendo eventualmente mezza tazzina di acqua tiepida.
    E’ un piatto unico davvero buono che racchiude il profumo dello zenzero, la dolcezza dell’ananas, l’agro della salsa e dell’aceto, la croccantezza delle verdure e la genuinità del maiale.
    Buon appetito.

    • Grazie Enrica, ho comprato un wok anni fa e non l’ho mai usato. Ora mi hai dato l’occasione per farlo.
      Seguirò la tua ricetta, anche perchè anche a me piace molto l’agrodolce.
      Buon tutto!
      Renato

  35. è sempre piacevole leggere le tue mail sono scritte in modo garbato e toccante , complimenti noto con piacere che nella tua ……cucina il fuoco non è mai spento e qualcosa bolle sempre dentro la ……pentola. Ciao a presto.

  36. Carissimo Renato, mio marito ed io veniamo tutte le volte che possiamo a mangiare nel tuo ristorante e, quasi sempre, non da soli, perché sappiamo che con i nostri amici facciamo sempre bella figura. Purtroppo, non abbiamo mai potuto partecipare ad una maratona del risotto, semplicemente perché la organizzate in settimana e noi arriviamo molto tardi dal lavoro. In particolare la cosa riguarda me, visto che spesso torno da Milano, in auto, mai prima delle 21/21.30 e, poiché esco di casa alle 7 di mattina, come potrai immaginare, a quell’ora non vedo l’ora di andare a casa! Quindi, la nostra richiesta sarebbe quella di organizzare questa simpatica maratona di sabato o, se proporio non è possibile, di venerdì, sera in cui rientro ad un’ora decente e, se non ho le prove di canto col gruppo rock o in teatro perché il giorno dopo vado in scena, possiamo venire. Un caro saluto. Angela & Carlo

  37. Ciao Oste,
    dopo la cena con don Sergio di lunedì siamo tornati da te sabato sera (aha, beccato eh, ti sei dato alla macchia!!!!).
    Eravamo con amici di Lecco, di Genova e di Parigi e abbiamo lasciato a loro la scelta tra Mezzaluna e Oryza e riso è stato!

    Era una giornata difficile per Genova, la nostra amica era un po’ preoccupata, ma il cibo, le chiacchiere e l’affetto hanno aiutato ad allontanare i pensieri brutti.
    Insomma, sono stati 2 giorni in compagnia, a zonzo per torino e anche se il tempo non è stato così piacevole le risate sono state tante.
    I nostri amici hanno detto che, alla prossima trasferta torinese, dovranno assolutamente sedersi nella piazzetta del buontempo e trascorrere altro tempo, spero bello e rilassante, insieme.
    Tutto qui, volevo condividerlo con te/voi e augurare a tutti buona settimana!

    • Grazie Raffaella, per la bella condivisione. Il buon mangiare e la buona compagnia allontano i brutti pensieri e le preoccupazioni. Mi fa piacere l’idea di contribuire così anche al Buon Vivere.
      un abbraccio!

  38. Non posso far altro che ricambiare gli auguri con un grande abbraccio per tutti voi….qualunque parola sarebbe superflua.Grazie 🙂

  39. ” LA MIA MANO E’ FORTE E ONESTA FINO AD ESSERE NODOSA, CON UNA MANO COSI’ NON SI PU0′ MENTIRE ” non è mia ma di un filosofo cinese di tanti anni fà. Mi sembra un pensiero adatto per scambiarci gli Auguri di “BUON NATALE “. Tante belle cose a tutti. enrico e marta

  40. Gentile Renato, leggere le tue mail è davvero come udire il cinguettio allegro di un passerotto, anche se l’inverno rende tutto più silenzioso…
    Io e mio marito le guardiamo sempre con molto interesse, quando troppo spesso, purtroppo, a causa del lavoro, non possiamo venire al ristorante…
    Ci sono tanti ristoratori, tanti bravi, tanti “così così”, tanti “only for lucro”, ma pochi come te, che si dedicano in prima persona nella loro passione/attività professionale…
    Il cibo unisce, c’è poco da dire, il cibo è una forte energia che la natura con i suoi meravigliosi frutti ci offre ogni giorno, il cibo è la mia idea di continuità e di speranza…
    Il riso poi…beh, io lo adoro particolarmente…E se per Natale preparassimo come primo piatto un bel risotto alla zucca, porri, topinambour e straccetti di cappone ( ci metterei un pizzico di peperoncino per smorzare il gusto dolce della zucca e rallegrare il topinambour)…?
    BUON NATALE A TUTTO LO STAFF e…A TUTTI I FREQUENTATORI!!!!!!!

    • Ciao, qui al lavoro sono sempre di corsa ma per le tue mail cerco sempre di trovare il tempo per leggerle, questa poi in particolare mi ha fatto molto sorridere, e mi ha messo di buon umore, aggiustando una giornata iniziata molto, molto male.
      Grazie di cuore e infiniti auguri di Buone Feste. Fiorenza

    • Cara Alice, ti ringrazio infinitamente per il tuo apprezzamento e… ti rubo la ricetta, perché mi hai fatto venire di nuovo appetito anche se ho appena finito di mangiare.
      Ti rinnovo gli auguri con ancora più “sapore”.

  41. Buono non è solo sufficiente, è magnifico!….”e vide che era cosa buona….”
    Un abbraccio affettuoso ed un augurio di Buon Natale anche a voi.
    emanuela

  42. Un caloroso augurio di serene feste Renato, alla tua famiglia e al cordiale staff, a chi scrive e a chi legge.

    Donatella

    P.s.: Renato è sempre un piacere ricevere le tue mail 🙂

  43. Tanti auguri a tutto lo staff e ai “commentatori/commensali” e un grazie speciale a Renato per la sua newsletter sempre leggera, discreta e divertente (dovrei anche aggiungere golosa).

  44. Ora che il frenetico modo di vivere ci ha fatto perdere il suo vero significato del Santo Natale facendoci correre per acquisti di regali di ogni genere, spero che almeno ci resti il fatto di darci un forte abbraccio. Buon Natale a tutti.
    Vittorio

  45. Caro Oste, un caro augurio di BUON NATALE insieme alla tua bella famiglia ed ai tuoi preziosi collaboratori ed un augurio a tutte le persone che hanno il piacere di condividere con me la tua amicizia.

  46. Ciao Renato,
    è sempre un piacere leggerti.
    Auguri, auguri, auguri a te e alla tua bella famiglia da Ettore, Anna e da tutti i Cavalieri (tra cui tu) e le Dame di Adelasia.

  47. Fine giornata….o forse no.

    Riesco adesso a guardare le mail “non lavorative” e, dopo aver cestinato le varie pubblicità apro la tua… BELLISSIMA!!!

    Grazie per l’abbraccio che, in questi uffici solitari e ormai freddi (non ho neanche voglia di alzarmi a riattaccare il riscaldamento), mi ha confortato moltissimo.

    Ringrazio di cuore e auguro a te, alla tua famiglia (bellissimi i due “regalini”) e a tutti i tuoi collaboratori un semplice ma affettuoso BUON NATALE

    Antonella

  48. Grazie Renato,
    il vostro sorriso è veramente contagioso! Grazie per l’atmosfera di serenità che trasmettete nella vostra foto: il bello è che corrisponde pienamente a ciò che si vive nel vostro locale!
    Un abbraccio affettuoso a tutti voi e grazie per l’amicizia,
    Corrado e Monica Vitale

  49. Auguri Renato, a te, alla tua bellissima Famiglia e a tutti i tuoi Collaboratori.
    come puoi immaginare per noi (One More Life) è un momento particolare dove di certo siamo un pò più impegnati per cercare di portare un pò di sorrisi in giro per il mondo e, per chi crede, il momento di chiedere a chi lassù può decidere uno sforzo in più per togliere un pò di sofferenza da quei bambini che mai come quest’anno sono stati al centro delle nostre azioni.

    Un augurio per un sereno Natale che è per me uno degli auguri più importanti e spesso più difficili da raggiungere ma non per chi, come te, dimostra sempre una grande umanità e sensibilità.

    C’è in questi giorni sui giornali uno slogan di una Onlus che dice più o meno..siate egoisti-fate del bene..questo è la speranza..che tutti siano egoisti al punto di voler stare bene per avere fatto davvero qualcosa per chi è purtroppo solo più sfortunato di noi.

    Io farò con alcuni degli amici della One More Life il pranzo della vigilia presso la Mensa Sociale di Asti dove da molti anni siamo invitati e dove da ancora più anni portiamo aiuti alimentari e non solo; è sempre una esperienza profonda che ci fa scendere un attimo da quel piedistalli su cui a volte, magari senza accorgercene, tendiamo a vivere.

    ciao ancora e grazie per la tua amicizia.

    Piero Chiesa

    • Ancora grazie a te, Piero, per questa tua bella condivisione. Sono felice di averti incontrato e chissà che più avanti non faremo qualcosa insieme. Io, il 28 gennaio, vado in Etiopia per inaugurare il pozzo che abbiamo realizzato con le nostre iniziative: il mio piccolo, “egoistico” contributo.
      Un caro abbraccio a Voi tutti e salutami tanto Arnaldo o Armando, non ricordo mai quello giusto.
      Renato

  50. ACCETTO IL TUO INVITO E CONDIVIDO IL TUO PENSIERO .
    “BUON NATALE” E UN SERENO ANNO NUOVO A TE E A TUTTI I TUOI CARI
    …..TI DIRO’ AUGURARE UN SERENO ANNO MI DA’ LA SENSAZIONE DI AUGURARE TUTTO IL BENE…
    UN ABBRACCIO LOREDANA

  51. Ciao Renato,
    che gioia leggerTi ogni volta: in un solo messaggio infondi buonumore, offri spunti di riflessione e stuzzichi l’appetito. Sei un mago della comunicazione!

    Io mi limito a semplici -ma sinceri- auguri di buon Natale! E che il 2015 porti cose migliori, tempi migliori, serenità e salute a tutti voi!!!
    Un abbraccio, emanuela b.

  52. Ciao Renato…noto con piacere che nonostante i tuoi innumerevoli impegni, trovi sempre e comunque 1 attimo di tempo x ricordarti degli amici. Sperando di potervi fare gli auguri di persona, auguro a te, Daniela ed ai vostri splendidi ragazzi un Natale all’insegna della serenità, non è molto ma sicuramente di questi tempi è già parecchio…e chissà che non ci si incroci prima del nuovo anno…!

  53. Ciao Renato grazie per gli auguri e contraccambio di cuore a te e alla tua famiglia. Vi auguro di trascorrere delle buone feste e che il 2015 sia all’insegna della serenità e tranquillità. Tantissimi auguri e speriamo di conoscerci di persona prima o poi!!

  54. E’ davvero simpatico scambiarsi gli auguri tramite un’email, ora che non esistono più le cartoline, ma io farò di più.
    Sarò felice di esseri lì con Voi il giorno di Natale con la mia famiglia e i miei cari per scambiarci di persona i migliori Auguri

  55. Grazie per gli auguri. Le tue mail sono sempre molto carine e cordiali. Complimenti! Faccio i migliori auguri di buon natale a te, alla tua famiglia e.a tutto lo staff….. Ma per la sera di capodanno organizzate qualcosa per la cena? Fammi sapere grazie e tanti auguri ancora!!!!

  56. contraccambio con molto piacere i graditissimi auguri…. BUON NATALE a tutto lo staff e a tutti quelli che si ritrovano nella Piazzetta!!!!

  57. Non sono ancora venuto a trovarti. Mi sono iscritto alla News, perchè il tuo modo di proporti è interessante e simpatico. Siamo una piccola compagnia famigliare …desidero venire al locale per passare qualche ora in serenità. Auguri.
    Maurizio MANOLINO.

  58. Grazie per gli auguri! E’ sempre un piacere leggerti anche perché le tue mail sono sempre molto carine e tengono compagnia! Auguri anche a te e alla tua bella famiglia!
    Paola

  59. Buon natale a voi tutti grazie per l impegno e la passione che mettete sempre e per far sentire da sempre il mio piccolo lorenzo come a casa….

  60. un Buon Natale…significa trascorrerlo con le persone a cui vuoi bene e che ti vogliono bene…I sorrisi sono autentici, gli abbracci veri, il cibo condiviso più buono e appetitoso…Questo, per me, è un Buon Natale e lo auguro a ciascuno di voi, con affetto.

  61. Buon NATALE! a tutti voi, intanto continuiamo a sperare in un futuro migliore, magari con qualche ladro in meno in giro! (Roma e dintorni)

  62. Ciao Renato, leggo sempre con curiosità e simpatia le tue mail e ancora non ho avuto occasione di provare una Maratona del Risotto! Ma voglio farlo di sicuro in questo nuovo anno!!
    Un caro saluto e auguri di Buon Natale.
    Stefano

  63. Ciao Renato, ricambiamo con affetto gli Auguri a tutti Voi. Belli i ragazzi in formato “piccoli”, girerò la mail a Francesca….
    A presto, BUONE FESTE
    Carla Fabio Francesca Achille bau

  64. Ciaoooooooooooooo voglio augurare a Voi tutti buone feste ed in qualche maniera farvi un piccolo regalo 🙂 si ecco la ricetta di un fantastico e buonissimo risotto che potreste fare per le feste…. lo avevo visto l’anno scorso su internet e devo dire che non è niente male 🙂

    risotto allo champagne con aragosta
    •3 aragoste
    •riso 500 g
    •1 cipolla
    •2 carote
    •sedano
    •champagne, 1 bottiglia
    •2 scalogni
    •prezzemolo fresco
    •olio extravergine di oliva
    •burro
    •sale
    •pepe

    Preparazione:

    Lessate le aragoste per un quarto d’ora, poi scolatele e ricavatene la polpa, tagliandola in pezzi. Preparate un brodo con gli odori (non gli scalogni) ben puliti e tagliati a pezzi e le carcasse delle aragoste, teste incluse, quindi fate restringere per 20 minuti. Filtrate il brodo e tenetelo in caldo.

    Fate appassire gli scalogni tritati con una noce di burro e due cucchiai di olio, unite il riso, fatelo tostare per un paio di minuti quindi bagnate con un bicchiere di champagne e fate sfumare. Unite il brodo e continuate la cottura come un normale risotto, ma alternando champagne e brodo di aragosta.

    Quando mancheranno cinque minuti aggiungete la polpa di aragosta, poi a cottura ultimata mantecate con una noce di burro, completate con prezzemolo tritato e servite.

    Che dire….buon risotto ed ancora buone festeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!

    Per me quest’anno sarà un Natale unico e raro visto che ora siamo in due in un corpo solo 🙂 e si ragazzi io ed il mio dolce,unico e raro marito diventiamo genitori a Giugno 🙂 🙂 🙂

  65. Ciao Renato, approfitto della tua piazzetta per fare gi auguri a te e alle compagnuzze. Buon Natale e mi raccomando parlate come magnate, lasciate l’inglese agli inglesi ed usate la nostra splendida lingua. Se non riuscite a vedervi prima, tenetevi liberi a Pasqua che non posso venire a Torino senza abbracciarvi tutti. Un bacione ed un grande abbraccio. Buon Natale.

  66. un augurio a tutti voi e le vostre famiglie e un arrivederci nel nuovo anno per gustare qualche nuova specialità del vostro staff!

  67. Grazie mille degli auguri che ricambio con affetto e con piacere….è sempre bello leggere le parole di chi ci ricorda e di chi nonostante la frenesia quotidiana …si ricorda sempre di fare un saluto o un augurio agli amici…grazie di cuore e soprattutto Buon Natale e Buon Anno Nuovo a te e alla tua splendida famiglia. Claudia e Roby

  68. Grazie degli auguri, sempre ben accetti. Leggo le tue mail sempre volentieri. Spesso mi rammarico di non dedicare più tempo agli spunti di riflessione che proponi, la scusa è sempre il lavoro ma la realtà è che sono pigro….un po’ come quando si decide di cominciare la diete, sempre lunedì prossimo. Un abbraccio ed un augurio di serene feste a tutti Voi.
    P.S. volendo allegare una foto?

  69. Un augurio sincero di buone feste a te e a tutti gli appartenenti alla mailing list. Non potrò fare il risotto con l’aragosta per la cena della vigilia perché ho tra gli ospiti dei vegetariani ma lo proverò di sicuro in altra occasione. Grazie delle belle e buone ricette che condividi con noi e soprattutto della gioia e serenità che ci trasmettono i tuoi messaggi.
    Auguri, auguri, auguri
    Ornella

  70. Auguro un Buon Natale a tutti…..e che i sogni anche se non si avverrano possano rimanere tali…perché una vita senza sogni è una vita senza colori……mille baci!!!!

  71. Come un soffio di vento si spande l’atmosfera natalizia….
    …come un respiro profondo, scende dentro di noi…
    non lasciamola svanire appena il vento smette di soffiare…
    è sempre Natale!

    AUGURI A TUTTI VOI

  72. Ciao Renato,
    mi piace un sacco il tuo modo di onorare la memoria.
    Ogni cosa ha il valore che gli diamo e quindi tutto diventa più importante se riusciamo a rendergli onore!
    Auguro a tutti un “sereno” Natale che, insieme a “buono”, è un aggettivo modesto ma ridondante di benessere!
    A presto
    Dany

    P.S Evviva zio Pino! 🙂

  73. Buon Natale a voi,
    da una piemontese trapiantata da una vita in lombardia.
    Ringraziando per la newsletter originale e personale, di quelle da non cestinare subito
    ma leggere fino in fondo. Perchè si vede che ci si mette del tempo a scriverla, e a coccolarla.
    Alla prossima!

  74. Buon Natale a tutto lo staff…grazie per avermi dedicato questo augurio personalizzato molto gradito, così come è sempre gradita la serata presso la vostra osteria! Io frequento quella di Alassio ma spero al più presto di venirvi a trovare a Torino dato che mio fratello vi si è appena trasferito…ciaoooooooooooooooo!!!

  75. Grazie Renato, auguro a tutti noi di saperci dedicare i momenti magici del Natale con lo spirito di un bambino e trovare la serenità che serve in quei giorni in cui il calendario scrive “in nero” ma con la speranza per tutti che il 2015 riservi tanti giorni gioiosi.

  76. cari tutti, un buon Natale si augura sempre ma non sempre è dettato da sentimenti. Il Natale vien snobbato da molti……………….. poi alla fine lo festeggiano tutti

    AUGURI AUGURI AUGURI AUGURI

    e felice Anno Nuovo

  77. ….certo che mi basta un “semplice” augurio! Perche’ so cosa sottende e i sentimenti che si porta appresso. E senza accendere troppe luci ( non mi pare il momento e poi vorrei evitare i guai da te registrati, anche se poi ampiamente rimediati- vedi foto bimbi)ricambio a te ,tuoi cari e collaboratori un altrettanto essenziale ma basilare AUGURIO. E visto che da questa parte del Pianeta possiamo “comunque” considerarci fortunati,anche se non vale per tutti, auspichiamo salute, serenita’ e affetti sinceri. Il resto viene dopo e spesso ne e’ una conseguenza. Ciao, Gianfranco e Liliana Guazzone

  78. Certo che bastano, gli auguri intendo….prima di tutto perché ti sei preso la briga di farli a tutti noi, gli amici della piazza e poi perché in questo tempo di indifferenza, ci hai pensato con la tua solita simpatia! Auguri anche a te e a tutti voi che leggete, perché sia un Buon Natale ricco di gioia!

  79. Come tu Renato ben sai, è stato un anno un po’ così, poche gioie e tanta sofferenza, molti persone care ne sono andate, ora c’è soltanto il desiderio di voltare pagina. Non ho gran voglia di festeggiare, per questo Rosita ed io ce ne andiamo molto lontano, un po’ fuori dal mondo, sperando di tornare rigenerati.
    In ogni caso un caro Augurio a te e famiglia, un grande abbraccio e a presto, magari per una serata all’insegna del buon cibo e della buona musica, sempre un bel modo per trascorrere qualche ora insieme. Ciao

  80. Auguri Renato,
    immerso tra le “esalazioni” di un bicchiere maldestramente sprecato…, ricambio ufficialmente gli Auguri sempre graditissimi e brindo ad un’amicizia ritrovata.
    Un abbraccio telematico a Daniela e “bimbi” (vista la foto natalizia che hai pubblicato), sapendo che riusciremo a rifarceli di persona.

  81. Mi piacciono le persone che sono come me:hanno una curva di particolarità,una certa eccentricità,quelle che conservano la loro bellezza nell’imperfezione e nelle tracce della non banalità…queste non sono parole mie ma secondo me,carissimo Renato,ci calzano a pennello proprio perchè sappiamo trovare bellezza e poesia,sincerità e affetto,gioia e soddisfazione nelle piccole ma preziose cose che molti considerano banali.E invece banali non sono.Come l’augurio semplice e sincero di trascorrere ore serene a Natale,in famiglia.Grazie Renato.Ricambio con tutto il cuore.

  82. AUGURI DI BUON NATALE a tutte le persone che hanno voglia di ascoltare. A quelli che riescono a trovare qualche minuto da dedicare alle altre persone senza aspettare nulla in cambio. AUGURI a te RENATO e grazie delle bellissime parole che riesci a scrivere nelle varie mail.

  83. Ricambio i tuoi unici Auguri, Renato , estendendoli alla tua bellissima famiglia e collaboratori della Mezzaluna e di Oryza…..ed è probabile di rinnovarli personalmente!…..ciao

  84. Auguri a tutti voi di buone feste e un grazie particolare a Renato per le cordiali simpatiche coinvolgenti e mail che mi fanno sorridere e mi rendono partecipe delle vostre esperienze di vita!Buon Natale !

  85. Ciao Renato,
    ti ringraziamo per gli auguri e la simpatica mail. Buon Natale e felice Anno Nuovo a te, famiglia e a tutto lo staff.
    Sandra e Adriano.

  86. ciao gente, io voglio augurare che sia Natale ogni giorno… soprattutto a chi sente il Natale nel suo spirito più autentico.
    un abbraccio

  87. Tanti auguri di buon natale e di un buon anno nuovo a tutti voi e…
    spero di tornare in questo 2015 a provare di nuovo il vostro “buon mangiare”,
    che posso confermare: rende più che onore a questa definizione.

    A presto

  88. Ciao Renato e ciao a voi tutti la puntualità non è il mio forte….Tanti auguri di buone feste e felice anno nuovo.Ciao a presto Andrea.

  89. Tanti auguri a te,la tua famiglia e tutti i ragazzi del ristorante.Io mi godo la neve che e’ finalmente arrivata.
    Marina

  90. Caro Renato a te e a tutta la tua famiglia un sincero augurio di BUON 2015!
    Tanti auguri anche a tutti i presenti (vicini e lontani) in Piazzetta 🙂
    Raffaella

  91. Ciao a voi della Mezzaluna dove ho passato bellissime serate in grande intimità anche di sapori!!!
    Sono passata di persona per ringraziarvi delle mail che mi fanno molto piacere e mi tengono compagnia…
    Spero di tornare presto con voi…grazie. Luciana

  92. Ho letto ora i vostri auguri e desidero ricambiarli di cuore… E ‘ bello quel che dice la tua mamma e io sono tra i tanti che aspettano il giorno con la certezza che sarà radioso!!! Auguri a tutti!!!

  93. Ciao Renato,
    io ho preso una via quasi-vegetariana (nel senso che ogni tanto un po’ di pesce lo mangio…), e quest’estate nel decidere di fare un lungo viaggio in auto alla scoperta di Normandia e Bretagna, ero un po’ preoccupato di aver difficoltà nel trovare cibi adatti. Devo dire che è stato più semplice del previsto (forse in giro per il mondo il numero di chi abbandona la carne sta aumentando, chissà!). Detto questo, quindi: il piatto più buono e divertente che ho mangiato? Hai presente il Croque Monsieur tipico francese? Lo trovi un po’ dappertutto e salva il pranzo quando sei a spasso per le città. Bene, a Bourges ne ho trovato una versione veggie (vegì, come dicono loro…): due belle fette di pane casereccio, dentro tante verdure sott’olio, melanzane grigliate, una salsina senaposa a legare il tutto, e poi sopra l’immancabile besciamelle ed una bella grigliata sotto la salamandra. Qualche frites di accompagnamento, una bella birra blanche, et voilà!

  94. Ciao Renato
    Ho mangiato un buonissimo filetto di sgombro con fettine di limone sottili, sottili e menta fresca tritata …dove? nella bellissima Marzamemi 🙂

    A presto

    • Allora abbiamo l’ennesima prova: a Marzamemi si mangia bene! E che bellissimo posto, vero Sonia. Ci mancava pure che beccavi me, come è successo a anni fa a Monterosso. Ti ricordi?
      Un abbraccio
      Renato

  95. Un piatto semplicissimo…

    Friselle ammollate in acqua di mare con pomodorini freschi, olio e aglietto…

    Velocissimo da preparare, gustosissimo….

    Ciao!

  96. Ciao Renato,
    Mauro ed io quest’anno abbiamo fatto un bel tour in Normandia e Bretagna e ci siamo tolti la voglia di cozze. Cucinate in tutti i modi alla marinara, piccanti, con la crema e al curry.
    Buonissime anche le crepes bretoni le “galette” fatte con il grano saraceno.
    Il tutto annaffiato da buona birra bretone (fatta con l’acqua del mare).
    A presto un saluto a Daniela e a tutto il tuo staff!!

    • Per le cozze, potevate andare a Bari… pensavo vi buttaste più sulle ostriche. E’ tutta invidia la mia… chissà che bei posti avete visto.
      Un grosso abbraccio a tutta la famiglia.
      Renato e Daniela

  97. Scrivo anche io il piatto più buono che ho assaggiato questa estate.
    Siamo andati a farci una bella vacanza a Firenze, io e il mio fidanzato, ma non dirò di quella Fiorentina che ci siamo smezzati o dei ravioli al Chianti e al ragù di manzo.
    Non lo dirò perché sono certezze, perciò mi sforzerò un poco di più.
    L’ultimo giorno siamo andati a Fiesole, e in un ristorante affacciato su Firenze, in cima alla collina, ho mangiato l’ossobuco alla Fiorentina.
    Era qualcosa di eccezionale, salsa di pomodoro, cipolle, aromatizzato e gustosissimo.
    Spero un giorno di tornarci.
    Siamo anche andati a Stoccolma, ma a parte il pesce, devo essere sincera, poche cose sono paragonabili alla cucina italiana!
    Buona giornata a tutti voi, saluti all’oste!

    • In effetti, Stoccolma è più famosa per una “Sindrome”…
      W LA CUCINA ITALIANA… e l’ossobuco, che anche a me piace assai assai…
      Grazie Aurora.

  98. Ciao caro oste,
    la cosa più bella di questa estate è stata tuffarmi innumerevoli volte in un mare cristallino fresco riserva naturale come quello delle isole Egadi in Sicilia e assaggiare le morbide paste di mandorla di Piazza Armerina (En) e il formaggio ennese “piacentinu” allo zafferano!

    Bei ricordi e tanta energia a tutti!
    Liliana
    http://www.lildarling.it

    • Cara Liliana, lo sapevo che mandando questa news mi sarei fatto del male…
      Con tutte ‘ste cose buone, la mia acquolina in bocca sta diventando un maremoto.
      Un abbraccio
      Renato

  99. Ciao Renato, io invece per non rompere i ritmi e le abitudini le vacanze le ho trascorse a casa.
    Sai, abitando fuori città (Giaveno) mi sono goduto le mie montagne e nello stesso tempo, prepararmi piatti semplici ma gustosi.
    Ti confesso comunque che ho sentito la mancanza dei tuoi piatti semplici come sempre e genuini.
    A presto Renato un caro saluto a tutti voi.
    lino

    • Ciao Lino, a Giaveno è tempo di funghi. E poi è proprio un bel posto, con la Sacra di San Michele a due passi… Senz’altro sei stato più che bene.
      Un caro saluto anche te
      Renato

  100. sapete dove quest’anno ho deciso di festeggiare il mio compleanno (54 anni), insieme a mia figlia, mio genero e la mia dolce metà ?
    in un posto che da tempo mi incuriosiva e che voi conoscete molto bene…
    mi sono trovata benissimo
    ho mangiato delle bruschette fantastiche e un dessert sublime…
    atmosfera magica…
    avete indovinato?
    OSTERIA MEZZALUNA ad Alassio !!
    complimenti e grazie x la bella serata !!
    Simonetta

  101. Ciao Simonetta, mi dai una bellissima notizia. Sono contento che siate stati bene. Il mio cuore continua a battere anche ad Alassio.
    Tante belle cose a voi tutti
    Renato

  102. Buongiorno a tutti
    Il vostro sito è molto simpatico: lo apprezzo perchè sono una ” buona forchetta ” e amo la convivialità.
    Per questo vi metto a parte di una piacevole esperienza gastronomica che ho fatto ai primi di agosto, guidata da una carissima amica con cui ero in vacanza a Ulzio.Dopo una piacevole camminata in montagna (non
    troppo faticosa ) mi ha portato in località Tachier in una trattoria ” alla buona ” ( in senso letterale!), dove dopo un’ottima polenta concia abbiamo gustato un coniglio nostrano all’arneis: superlativo !!Ho individuato nella salsa un buon soffritto di base ricco di verdure e un’aroma di ” saporita”, legato ai piacevoli ricordi infantili ( la cucina tradizionale piemontese della nonna !) E “dulcis in fundo” : due torte ,una migliore dell’altra, cioè una pesche e cioccolato e la seconda tarte tatin con albicocche e croccante di mandorle. Una vera goduria !! Provate a rifare le ricette e..BUON APPETITO !! Vi consiglio anche la gita: proseguite la passeggiata fino a Malafosse (m.1812) dove potrete comprare dal margaro un’ottima toma e delle uova freschissime e se sarete fortunati come me potreste anche incrociare sul vostro cammino degli splendidi caprioli ( io ne ho avvistati due, madre e figlio).

    • Grazie cara Gabriella, mi hai fatto sentire a passeggio con te… e a gustare pietanze veramente ‘alla Buona’.
      E grazie anche per aver consigliato i luoghi specificatamente, senz’altro qualcuno potrà approfittarne.
      Alla prossima…

      Renato

  103. Bentornato
    Ho trascorso le vacanze in montagna e devo dire che a parte grigliate, polentate, camminate, la cosa più bella è stata ritrovarmi con alcuni amici con cui mi vedo una volta all’anno, per me questo è meglio di un buon piatto (anche se sono golosa e mi piace molto cucinare)
    ciao

  104. Grazie Anna, condivido!! Quando c’è una buona compagnia di amici, va bene qualsiasi cosa… o quasi.
    Un carissimo saluto e alla prossima.
    Renato

Lascia un tuo commento: