E se ti augurassi solo Buona Pasqua…

E se ti augurassi solo Buona Pasqua…

E chi te l’ha chiesto? potresti rispondere. Forse.

“Buongiorno!” abbozzò imbarazzato un tizio, incontrando un amico con cui aveva avuto qualche dissapore.

“Lascialo lì (il buongiorno), al ritorno te lo riprendi” gli rispose l’altro stizzito, senza nessuna intenzione di ricambiare il saluto.

Io ti auguro Buona Pasqua, e non perché abbiamo avuto qualche dissapore – da me poi, che sono oste, dovresti aver ricevuto solo cose saporite -, ma semplicemente per un gesto di cortesia, visto che di tanto in tanto ci sentiamo attraverso questo ‘notiziario’ (newsletter).

 

“Più scuro di mezzanotte non può fare” ha sempre detto mia madre.

E la Pasqua è il nuovo giorno dopo la notte.

Perciò auguro il miglior risveglio dalle nostre notti – ognuno ha le sue -, con la certezza che il sole spunta sempre, anche se a volte è coperto dalle nuvole.

Il mio augurio te l’ho fatto,

ora tu facci quello che vuoi…

Saluti dall’Oste, Renato Collodoro, con tutta la Compagnia

P. S. La foto l’ho fatta io, non l’ho scaricata dal web…

Un commento to E se ti augurassi solo Buona Pasqua…

Lascia un tuo commento: