Il mio piatto dell’estate

Il mio piatto dell’estate

Pasta & Fagioli, ebbene sì. Mi vuoi dire che è un piatto invernale? Intanto i fagioli nascono in questo periodo, e poi chi l’ha vista l’estate, così come l’ha cantata Bruno Martino, musicata Antonio Vivaldi, scritta Pablo Neruda.

Allora, visto che i fagioli borlotti mi hanno “chiamato” da un banco del mercato dove ho fatto un giro in una giornata che tutto faceva immaginare fuorchè l’estate, io non ci ho pensato due volte ad onorarli, considerando che invece l’estate la sua onesta parte non l’ha fatta.

Banco-ridottanews

Portati a casa, abbiamo cominciato a sbaccellarli cazzeggiando seduti intorno ad un tavola sul terrazzo – scene d’altri tempi che consiglio più di una seduta dallo psicologo per la gestione dei conflitti familiari.

Fagioli-ridottablog

Dopo aver fatto soffriggere un trito di sedano, carote, cipolle e aglio, abbiamo aggiunto i fagioli e la polpa di pomodori maturi – non è raro trovarli in questa stagione -; poi abbiamo aggiunto acqua calda e foglie di alloro, facendo cuocere a fiamma bassa e con il coperchio sulla pentola, che se fosse di coccio, oltre a non sentire la mancanza dello psicologo, si rischia pure di giurarsi pace eterna.

Verso fine cottura si aggiunge la pasta. I ditaloni, o simili, sono la prima cosa che puoi trovare nella tua dispensa o dove fai gli acquisti di solito, ma se dovessi usare la pasta spezzettata o quella ricavata dai tanti avanzi dei sacchetti non finiti, non dirlo a tua nonna, potrebbe rimanere paralizzata dalla commozione.

pasta-e-fagioli-dalla-a-alla-z-6-560x419

Tra gli ingredienti ti ho risparmiato, la pancetta, la cotenna e il lardo; primo perchè non siamo sotto zero, e poi perchè queste ricette le leggono anche i vegetariani, che a volte risultano un pò permalosi.

Per l’esito della cena, ti invio a CLICCA QUI, se non l’hai già letto. 

Buon Tutto!

Renato Collodoro

27 commenti to Il mio piatto dell’estate

  1. Complimenti all’oste x la pasta e fagioli. Non ci ho pensato…. in questa meravigliosa estate io ho apprezzato molto la polenta!

  2. Quando ho letto la ricetta dei fagioli mi ha dato quella emozione non tanto per la ricetta ma per quel che comportava ed eccoci qua alle 9 del mattino in una domenica di svacco a sbucciare fagioli
    Grazie x la simpatia

Leave a Reply to Renato Collodoro Cancel reply