L’oste non odia l’estate, ma…

L’oste non odia l’estate, ma…

Odio l’estate, ha cantato più di uno. Certo, non pensava

ad un’estate come questa, altrimenti non sarebbe stato

ispirato da tanta struggente passione.

 

Estate,

sei calda come i baci che ho perduto,

sei piena di un amore che è passato,

che il cuore mio vorrebbe cancellar.

…e anche il nostro cuore vorrebbe cancellar.

 

Tornerà un altro inverno,

cadranno mille petali di rose,

la neve coprirà tutte le cose

e il cuore un pò di pace troverà.

…a me sta già venendo l’angoscia a pensare all’inverno.

 

Odio l’estate

che ha dato il suo profumo ad ogni fiore,

l’estate che ha creato il nostro amore

per farmi poi morire di dolor.

Odio l’estate.

Odio l’estate.

…intanto prima se l’è goduta. Noi no!

 

Anche sul fronte mangereccio, per le vacanze a casa mia,

avevo considerato di cucinare piatti freschi, “estivi”.

 

Invece, durante un giro al mercato in una delle tante

giornate molto poco estive, mi sono imbattuto in una

cassa di fagioli borlotti appena raccolti.

 

“Se stasera li porto a casa, proponendo in famiglia 

una pasta e fagioli per cena, finisce che mi mandano

a concimare l’orto” ho pensato.

 

Ma io, impavido, ci provo. Male che vada, visto che l’orto

non ce l’ho, vado in quello di Elio, il mio vicino di casa con

cui devo fare pace perchè la mia grondaia non funziona e

l’acqua gli inonda l’orto. Perciò, se oltre a bagnarlo glielo

concimo, dovrebbe passargli l’incazzatura. Forse.

 

A casa, quasi inaspettatamente, la mia proposta culinaria

viene accolta con entusiasmo, che scema all’istante quando

chiedo di cominciare a sbaccellare i fagioli.

 

Dopo una fievole resistenza, Davide e Valeria, coadiuvati dal

nostro ospite Matteo, si approntano all’esecuzione mentre

Daniela, mia moglie, si dedica al soffritto ed io  vado a raccogliere,

faticosamente, ben due foglie di alloro.

 

Se ti interessa il resto della ricetta, la puoi leggere

sul mio blog del Buon Mangiare cliccando qui.

 

Ti dico solo che la pasta e fagioli è stata altrochè gradita,

con bis e anche tris.

 

A fine serata, augurandoci la buonanotte, abbiamo concordato

la precauzione di non accendere le luci delle camere da letto dove

dormivamo, onde evitare esplosioni.

Questa volta Elio non mi avrebbe perdonato. 

 

Buon rientro dalle vacanze!!!

 

Per i prossimi eventi mi farò vivo al più presto,

tu intanto allenati per la prossima Maratona del Risotto

 

4 commenti to L’oste non odia l’estate, ma…

  1. non amo i fagioli, odio “sbaccellare” ma se la prepari tu è sicuramente da assaggiare!!!

    ogni boccone da te sono proteine del buon umore!!!

    complimenti per la ricette e per le parole di condimento

    un abbraccio Elettra & c.

  2. Salve, sono Alba e volevo dirvi che non c’è stato nessun atteggiamento …cafone da parte vostra, anzi! Il fatto è che non amo scrivere tramite pc, e non sono nemmeno su facebook… non sono una di quelle persone che rifiutano la tecnologia, uso il pc per lavoro o per navigare sul net, semplicemente mi piace di più conversare di persona. Pertanto, verrò presto a trovarvi in loco e a scambiare frasi gustando uno dei vostri deliziosi piatti alla Mezzaluna. Posso asserire di essere anche io un’ottima cuoca, a detta degli ospiti che regolarmente sono invitati a casa mia e di Diego, il mio compagno, per cui non mancherà occasione di scambio di ricette… eventualmente…a presto.
    E’ il caso di dire Saluti e Formaggi!

Lascia un tuo commento: