Mollo tutto, ma non troppo…

Mollo tutto, ma non troppo…

E’ tempo di vacanze, e sempre di più incalza  il pensiero:

“Basta, mollo tutto e me ne vado”.

Non dirmi che anche a te non è mai venuta questa idea, altrimenti ti mollo subito, o mollami tu non continuando a leggere.

Sento e leggo sempre più spesso di gente che va a vivere sugli alberi, altri che scelgono di vivere senza soldi; una coppia si è fatta una capanna mongola nell’astigiano e un altra è andata a vivere dentro una botte astigiana in Mongolia. Pensa che c’è anche un sito web che si chiama Mollotutto, appunto.

Così, anch’io, quando mi sono “abbuffato” con le tante cose fatte, quelle che sto facendo e altre che dovrò fare, arrivo alla frutta e mi viene voglia di “Mollaretutto” e ritirarmi in una carbonaia sulle colline liguri. Tipo questa da cui ti sto facendo “ciao”.

 carbonaia

Ma non sono mai stato per le cose estreme, e piuttosto che mollare tutto definitivamente mi prendo una vacanza, come penso stia per fare anche tu. E poi, forse, ci sarà più chiaro che bisogna convivere con il tutto senza mollarlo nè prenderlo troppo, specialmente, sul serio.

Perciò ti auguro e mi auguro una Vacanza mooolto ritemprante, comunque tu la voglia intendere. Ognuno ha la sua. 

Se durante questa vacanza ti dovesse capitare di cucinare per gli  amici, come spesso capita a me, se segui i miei consigli, anche quello che può sembrare una poco vacanziera incombenza diventerà un’opportunità per un’esperienza che eleva il corpo, il morale, lo spirito e anche l’autostima.

Ma soprattutto contribuisce a selezionare gli amici.

 renato

Clicca qui e trovi il Menu da p r e p a r a r e!

Non penserai mica che te lo prepari io, ti ho già detto che vado in vacanza.

 

Buon Tutto, senza mollarlo troppo!

Renato Collodoro

8 commenti to Mollo tutto, ma non troppo…

Lascia un tuo commento: