Tombolata di Solidarietà

Tombolata di Solidarietà

 

 

A proposito di beneficenza, o solidarietà – com’è più in voga dire oggi – ci possono essere tanti modi di praticarla: ognuno ha i suoi, se ce li ha. E non credo che occorra fare una classifica su qual è il modo migliore.

 

E’ vero che nominando la beneficenza si pensa che comunque debba essere accompagnata da qualcosa di tangibile: soldi o qualcos’altro, ma pur sempre materialmente consistente; mentre, facendo riferimento alla solidarietà, potrebbe venire in mente che basti una pacca su una spalla o uno sguardo comprensivo e compassionevole. Ma queste sono interpretazioni ad uso e consumo della buona o della mala…fede.

 

Noi, attraverso il nostro lavoro, cerchiamo di fare beneficenza solidale, o solidarietà benefacente – non so esista il termine ma questo mi è balenato, però se hai qualcos’altro da suggerirmi lo accetto volentieri.

 

Comunque sia, quello che facciamo già da qualche tempo è inventarci delle occasioni attraverso le quali invitare tutti quelli che vogliono partecipare, per contribuire alla realizzazione di progetti che migliorino le vite altrui, ma anche le nostre. Perché, sapere di fare qualcosa di buono fa stare meglio: lo dicono pure gli scienziati, oltre che i preti, gli imam, i rabbini, i guru e tutti i maestri compreso il mio delle elementari, buonanima, che era veramente un grand’uomo.

 

E così, domenica 4 dicembre 2016, ci siamo lanciati in una tombolata napoletana. La tradizione avrebbe previsto che fosse guidata da un femminiello – un ‘trans’-, ma non volendo correre i rischi di Lapo, ho preferito guidarla io. Anche se non sono napoletano, da siciliano non ho avuto grande difficoltà a nominare la ‘smorfia’, traducendola anche in inglese e in italiano – in queste versioni ho avuto però qualche difficoltà in più.

 

Per rendere la festa più piacevole, ho invitato anche una cantante e un musicista: Liliana – in arte Lil Darling – e Massimo, che ad ogni vincita di un premio, ci cantavano una canzone a tema.

 

 Per rendere invece la festa più gustosa, ai partecipanti abbiamo offerto, per accompagnare il tè e il caffè pomeridiano, dei biscotti molto speciali, oltre che buonissimi. Sono i frollini al mandarino BUONICUORE, Cotti in fragranza dai ragazzi del carcere minorile Malaspina di Palermo,  che io e Daniela abbiamo visitato di recente, essendo stati invitati dal miglior direttore di carceri che abbia mai conosciuto. In realtà non ne ho conosciuti altri, ma lui è veramente un Fuoriclasse.

 

E poi c’era il mercatino ino ino, ma molto carino dove vendevamo i frollini di cui sopra e le bellissime confezioni realizzate da Daniela, che si è fatto un mazzo tanto per farli in tempo per la tombolata.

 

Questa è per noi la beneficenza solidale, o solidarietà benefacente.

 

La fantasia, l’impegno e le spese che sono (tutte) a nostro carico.

 

Gli amici musicisti che hanno contribuito ad allietare (gratuitamente) il pomeriggio.

 

Gli amici che hanno partecipato e contribuito con la tombolata e l’acquisto dei biscotti e delle confezioni natalizie. Gente che si smarca dalle consuetudini, dalla pigrizia e dalle tentazioni asociali.

 

Gli amici, che pur non potendo partecipare, mi hanno spedito o dato in mano il loro contributo, come Cinzia, Gianfranco e Rosanna. O come Luigi, che abituato a cambiare le gomme agli altri, stavolta era fermo lui per farsele sistemare, ma appena ci siamo visti mi ha detto: “Fammi sapere quando vai in Etiopia, che ti riempio una valigia di colori come la volta scorsa”. E di colore e calore, aggiungo io.

 

Patrizia e Raniero, che mi hanno cercato e spedito la tombola originale da Napoli.

 

Il direttore del Malaspina, Angelo, che ci ha fatto conoscere i biscotti e i ragazzi… che hanno scritto sulla scatola: Se non li conosci non li puoi giudicare.

 

Daniela, con il suo mazzo, che non si tira mai indietro, anche quando il mazzo lo vorrebbe appoggiare su una poltrona.

 

Alla fine l’unico egoista sono io, perché mi diverto sempre a fare ‘ste cose, a vedere stare bene le persone, soddisfatte di quello che proponiamo. Non nego però di rimanerci male quando il messaggio non viene colto, distorto o lasciato… cadere. Ma questo è un problema mio.

 

Se continui a scorrere trovi anche un po’ di foto…

 

15232148_10209823657861424_9149949084323678972_n

 

 

15380839_10209823659021453_6292898102746359351_n 15380398_10209823659661469_1479461142964341988_n 15267637_10209823658541441_19485421886090478_n

 

 

 

15253557_10209823659181457_6547450472539135653_n 15235663_10209783890907203_7314816201904743574_o img_4647-4

 

Alla prossima pensata e … BUON NATALE!!

 

 

 

22 commenti to Tombolata di Solidarietà

  1. Mi dispiace di essere cosi lontano,vedo con quanto Amore tu è la Daniela dedicate Energie per la solidarietà concreta e non “virtuale” ,mi dispiace a non essere presente .Auguro tutto il bene del mondo alla tua famiglia ai tuoi Amici ai tuoi collaboratori a tutti Buon Natale. G. Tulumello

    • Scapestrato !! È farlo sapere ?;mi dispiace ,sarebbe stato un bel momento di crescita per me è per tanti amici,ma a te e Daniela grazie al vostro lavoro e altruismo si perdona tutto!! 😄ciaooo.

  2. Bellissimo pomeriggio, grazie a tutti, siete stati come sempre “meravigliosi”. Grazie Daniela, grazie Renato, grazie a tutti… a presto Buon Natale a tutti!!
    Stefania e Luigi

  3. Ciao Renato!
    mi spiace veramente non esserci stata!
    Spero nel 2017 di avere l’occasione di farlo.
    Grazie per tutto quello che fate!!!!

    • Siete unici
      Mi spiace di non aver potuto ancora venire a trovarti, chissà se ci riuscirò nel 2017
      Leggo comunque sempre con molto piacere le tue mail
      Buon Natale a tutti
      Anna (novecento)

  4. Come al solito, è stato un peccato non essere presente fisicamente…Opportunamente travestita e solo per l’estrazione, mi sarei offerta per fare il “femminiello” 🙂

  5. Grazie, sono contenta di esserci stata, anche se per poco; sono tornata un pò bambina!
    Grazie anche per le foto.
    Buon Natale a tutti voi.
    Livia

  6. Beh che dire… noi siamo venuti ci siamo divertiti e con la fortuna dei bambini Veronica ha anche vinto il terno….
    bravi bravi e sempre complimenti a Daniela che ha un sorriso sempre anche quando si fa il “MAZZO”…

    buone feste a tutti e a presto,

    maria

  7. Ciao Renato siete sempre come un faro in mezzo a tanta nebbia….e non mi riferisco a quella che ci attanaglia da un po’ di giorni. Ci eravamo programmati per l’ultima maratona dell’anno ma l’influenza (mia) ci ha bloccati (e meno male che avevo fatto da poco il vaccino….)
    Chissà magari riusciamo durante le feste a consolarci con un altro giretto ad Alassio che è sempre una bella goduria (non mi riferisco al paese ovviam)!!!
    Allora Buona Natale a tutti voi e un abbraccio particolare alla Daniela che appunto non si tira mai indietro, essendo lei una vera macchina da guerra…
    Un abbraccio
    C.F.F.

  8. Renato, anche se non sono sempre presente, leggo sempre con piacere le tue mail e spero sempre di poter partecipare la volta seguente. Auguro a te, alla tua famiglia ed ai tuoi collaboratori il più sereno dei Natali. daniela

  9. Ciao Renato, spiace non aver avuto possibilità di partecipare ma sono contento che la vostra iniziativa abbia avuto così successo. E’ un pò che non ci vediamo ma mi riprometto nel 2017 di venirvi a trovare. Un grande abbraccio e l’augurio di Buon Natale a voi tutti, familiari e collaboratori. Franco e Lucia

  10. Ciao Renato,
    purtroppo non ho potuto esserci.Tu sai però che l’Etiopia è nel mio cuore.A settembre si è sposata mia figlia(celebrante Don Sergio) e quindi……Fammi sapere per tempo le tue iniziative.Un abbraccio e tanti auguri a te e famiglia.
    Marina

Lascia un tuo commento: