Vuoi partecipare al Derby di Natale?? Tanto non vince nessuno…

Vuoi partecipare al Derby di Natale?? Tanto non vince nessuno…

 

Ma com’è che ogni cosa la facciamo finire in Derby? E se non è un Derby, fa tutto schifo?

 

Prima di augurarti Buon Natale, mi devo informare se tifi per la Juve o per il Toro, se fai il bagno o la doccia, se preferisci Stanlio o Ollio, se mangi il panettone o il pandoro, se il brindisi lo fai con il moscato o con il brut, se fai l’albero o il presepe e l’albero sintetico o naturale, se canti Jingle Bell o Tu scendi dalle stelle, se aspetti Babbo Natale o Gesù Bambino?

 

Oppure mi devo aspettare di sentirmi dire che il calcio ti fa schifo, ti lavi nel catino con l’acqua fredda, Stanlio e Ollio non ti fanno ridere, al panettone e al pandoro preferisci lo strudel, il brindisi non lo fai perché porta male, l’albero vero deforesta, quello sintetico inquina e il presepe provoca, alle canzoni ‘invernali’ preferisci ‘Luglio col bene che ti voglio’, Babbo Natale è consumista e Gesù Bambino è disfattista?

 

Per me tutto ‘sto casino è troppo complicato, io sai che faccio?

 

Mi tolgo il pensiero e ti auguro di Vivere un BUON NATALE!!!

 

Tu rispondimi come vuoi, a me va bene Tutto, compreso il cous-cous…

 

Che c’entra il cous-cous??

 

L’anno scorso, alla vigilia di Natale, sono andato a cena dai miei anziani genitori, che avevano già la tavola apparecchiata con al centro il cous-cous e dei dolcetti di pasta di mandorla e miele, che non erano i tipici Mastazzoli che fa mia madre. Vedendo la mia espressione stupita di fronte alla presenza dei corpi estranei, rispetto al nostro piatto tradizionale siciliano della vigilia, preparato con salsiccia (fatta da mio padre), cavolfiori e olive passoluna, mia madre mi dice:

 

“Renà, me l’hanno portato i nostri vicini. Sono marocchini. I primi tempi che si sono trasferiti qui, io ero un po’ sospettosa, sai com’è?! Poi invece si sono dimostrati i più rispettosi di tutti, qui nella scala. Ci vedono anziani e si premurano per ogni cosa. Ora, sapendo che festeggiamo, ci hanno portato le loro cose buone augurandoci Buon Natale, anche se loro non lo festeggiano. Però mi hanno detto che anche se non lo professano, Gesù lo riconoscono… e anche la Madonna, che hanno visto appesa lì, alla parete, quella del nostro Paese. Comunque, mangialo tu il cous-cous, che tuo padre non ne vuole sapere”.

 

Io l’ho mangiato, oltre alla salsiccia e i cavolfiori, e anche i dolcetti. Invece il panettone che avevo portato per noi, ho pensato di regalarlo a loro. Abbiamo  suonato alla porta, dove ci ha aperto una ragazza con il velo in testa, timida quanto bella, a cui abbiamo messo in mano il nostro panettone, augurando a lei e alla sua famiglia BUON NATALE.

 P.S.

Nella foto vedi la mia collezione di presepi esposta all’Osteria Mezzaluna, con un piccolo particolare… c’è un animale di troppo. Ti sfido a trovarlo!

 

Renato Collodoro, con tutta la compagnia

 

75 commenti to Vuoi partecipare al Derby di Natale?? Tanto non vince nessuno…

  1. Ciao Renato,
    per me è un Natale Speciale,
    ad Ottobre ho affrontato un’esperienza estrema in ospedale,
    ne sono uscita e pure tutta intera, non frequento molto il tuo ristorante, ma faccio pubblicità, mi piace il tuo approccio, in un mondo difficile c’è ancora qualcuno di GENUINO, il “diverso” fa paura e la paura porta al razzismo.
    Sarebbe bello se Natale fosse Natale nel cuore tutto l’anno,
    caro Renato grazie per quello che fai e per quello che scrivi, ti leggo volentieri e chissà…un giorno del prossimo anno verrò a festeggiare il Natale con i miei due splendidi compagni di viaggio, così te li presento (marito e figlia), che tu possa vivere sempre con gioia e serenità nel cuore. Bye Lulu

    • Cara Lulu, è bello che ce lo racconti tu di persona e che vivrai questo Natale con un motivo in più per festeggiare. Ma soprattutto ti festeggeranno le persone che ti vogliono bene e con cui continuerete a fare il vostro grande Viaggio.
      Vi aspetto con il piacere di incontrarci e scambiarci idee sulle nostre rotte.
      Affettuosamente,
      Renato

  2. Ciao Renato, io come Lulu non frequento molto il tuo ristorante, ma ti seguo sempre anche su fb.
    Per me quest’anno è un anno particolare, a febbraio è mancato il mio papi, e quindi sarà un Natale diverso con tanta malinconia, però lo passerò con la mia mami, mio marito, mia figlia e il mio principe Mattia mio nipote, la ragione della mia vita.
    Ti auguro di trascorrere un natale sereno e speriamo di vederci presto.
    Cari auguri di Buone feste.
    Irene

    • Cara Irene, quando qualcuno mi mette in mano pezzi della sua vita, mi dà un senso di forte commozione, anche perchè lo condivide in questo spazio, contribuendo a scaldare questo strumento di socialità che altrimenti sarebbe insignificante e fine a se stesso o per qualche secondo fine.
      Ti ringrazio infinitamente per averci regalato questo sentimento con i vostri auguri di Buon Natale che vi rinnovo con tutto il cuore.
      Renato

  3. Ciao SuperOste!
    Ogni volta ci stupisci con le tue mail. Sei davvero bravo nello scrivere, come Daniela lo è nel cucinare.
    Ho visto che in basso, vicino a quell’animale strano, hai messo il quadro del presepe etiope.
    Ti ringrazio a nome della nostra associazione, VO.L’A onlus, per il grande supporto datoci in tutti questi anni nella costruzione di pozzi d’acqua. Insieme abbiamo potuto ridare un sorriso a tanti bambini e alle loro famiglie.
    Auguro a tutti voi tanta Gioia e Speranza per questo 2016 ormai alle porte.
    Marina

    • Grazie Marina, oramai sono nove anni che sosteniamo questi progetti e per il 2016 speriamo di fare qualcosa di più.
      Ci vedremo presto per raccontarci.
      Gira allora il nostro augurio a tutta l’associazione, che prenda sempre di più il VOL’O.
      Renato

  4. Ciao Renato,
    è sempre un piacere ricevere le tue mail, per quanto mi riguarda per il Natale và bene tutto sia l’albero, preferisco quello sintetico perché quello vero poi in tanti casi passa a miglior vita, sia il presepe e per quanto riguarda la tavola come ben sai non mi tiro indietro davanti a nessuna portata basta che alla tavola sia presente il buonumore e la serenità. colgo l’occasione per fare gli auguri un po’ speciali a Lulu e Irene.
    Auguri di cuore anche a te, famiglia e allo staff!!!

    • Grazie Bruno, so che sei un buongustaio e perciò aperto alla vita. E grazie per aver condiviso gli auguri a Lulù e Irene: un gesto che sa di comunità!
      A presto
      Renato

  5. Caro Renato, ho letto attentamente la tua mail Natalizia e il mio commento non puo’ che essere ok!
    Sei un vulcano di idee, ma per te e’ piu’ facile essendo siciliano il vulcano ce l’hai a portata di
    mano! Dal primo giorno che ti ho conosciuto ho capito che tipo di persona sei, ma oggi, a distanza
    di soli due anni, scopro che sei molto ma molto di piu’ di quello che credevo in un primo momento.
    Mi ha colpito sopratutto la tua grande umanita’ e l’attenzione che hai per chi e’ meno fortunato
    di noi, il tuo eloquio, il tuo sorriso: in parole povere di te mi piace tutto!
    Sono grato a Piero che ci ha fatti incontrare ed e’ bello avere amici “VERI” come te: di questi tempi
    e’ merce rara!
    Auguro a te, alla tua famiglia ed ai tuoi collaboratori un NATALE sereno pieno di salute e gioia.
    Un forte abbraccio dal tuo amico Arnaldo

    • Caro Arnaldo, dovevamo incontrarci!
      Le nostre vie si sono incrociate mentre stavamo guardando nella stessa direzione, e questo ci unisce più di ogni altra cosa.
      Un grande abbraccio, grande quanto Te!
      Renato

  6. Renato, la tua semplicità piena di tanta ricchezza di vita e di sentimenti è un vero dono super gradito. BUON NATALE A TUTTI VOI. Chiara

  7. ciao Renato, mi spiace non riuscire a frequentare Te e la tua cucina come vorrei, tuttavia ogni volta che ricevo la tua mail è come entrasse il sole e una ventata di aria fresca nella mia stanza: la tua umanità, il tuo calore, la tua genuinità e la tua generosità sono a dir poco travolgenti.
    E’ Natale, ma tu sei uomo che interpreti il Vangelo ogni giorno: con onestà, con l’appartenenenza alla Comunità, mettendoti a servizio dell’Altro e donandoti per l’Altro, in un costante fruttuoso corpo a corpo.
    Ti giungano allora i miei auguri più sinceri affinchè tu non debba cambiare mai e possa continuare a percorrere il tuo cammino futuro sempre con rinnovata gioia e amore.
    Teresa Dieni

    • Cara Teresa, sai che mi hai commosso… ma non tanto per dire, proprio commosso commosso. Un riconoscimento così riempie il cuore, ma mi dà anche tanta responsabilità a impegnarmi ogni giorno a mantenere questa rotta, pur sapendo di non riuscirci sempre.
      Ti ringrazio infinitamente e spero di vederti in qualche occasione.
      Un abbraccio
      Renato

  8. Ciao Renato,mi spiace ma litigare con te e’ proprio impossibile….
    oltre a ricambiare di cuore a tutti Voi gli auguri per un sereno Natale e un magnifico 2016 auguro a tutti tanta tanta salute………………….
    Roberto

  9. Caro Renato, hai proprio ragione. Il Natale non sia l’occasione per alimentare sempre nuove distinzioni e divisioni ma il luogo per eccellenza dell’Incontro! Questa mattina con un caro confratello sono passato per la Porta Santa qui a Roma ed è stato bello vedere l’entusiasmo di tanti pellegrini così diversi tra loro ma così accomunati dall’unico messaggio di Speranza. Buon Natale Renato, Buon Natale a te, alla cara Daniela ai tuoi figlioli e a tutto lo staff del vostro splendido luogo di ristoro

    • Grazie per il tuo pensiero caro don Pietro! Mi raccomando, salutami Francesco e dagli un forte abbraccio da parte mia… e se volesse telefonarmi, dagli pure il mio numero 🙂
      A presto
      Renato

  10. Hello Chef Renato!
    sempre così entusiasta del suo lavoro e della vita! Sempre altruista verso chi ha meno!
    Ti auguro di restare sempre così e anche di più!
    Un affettuoso saluto da un fan di Oryza che vorrebbe frequentare di più…ma non sempre può.
    Buon S. Natale a tutti
    Armando

  11. Buon Natale a te e a tutti quanti!
    Prima di Natale saro’ a cena nel tuo ristorante….cosi’ inizio al meglio i festeggiamenti natalizi!
    Auguri, auguri, auguri!
    Rossana

  12. Ciao Renato.

    Un abbraccio e tanti cari auguri di Buone Feste a te, famiglia e tutti i collaboratori. Sicuramente a breve conto di ritornare nel tuo ristorante, al quale faccio tantissima pubblicità tra amici e conoscenti.

    Bruno Mik

    • Ciao carissimo Renato, grazie per questo racconto natalizio, mi sono commossa,perché mi hai fatto rivivere ciò che ero io e la mia famiglia quando siamo stati mandati via dalla Tunisia dal nostro paese natio, i miei genitori invitavano sempre tutti a casa loro cucinando naturalmente il mitico cuscus. Ti ringrazio immensamente e auguro a te e alla tua famiglia un sereno Natale. Un abbraccio Linda e Emilio

  13. Ciao Renato,
    grazie per gli auguri e per la tua grande passione che metti in ogni cosa,Per me è un Natale difficile a sei mesi dalla morte di mio marito.Faccio qualche passo in avanti e poi mi ritrovo al punto di partenza.
    E’ molto dura ma solo io posso veramente aiutarmi.Ho negli occhi la tua immagine con la felpa di mio marito e questo è una bella consolazione.Buon Natale a te e e famiglia.
    Marina

    • Cara Marina,
      mi fa felice sapere, per quel poco che può valere rispetto ad un dolore così grande, che vedermi con la felpa del tuo caro marito ti abbia dato un po’ di consolazione. Sappi che la metto molto spesso, andando a correre lungo il Po. Immaginaci così.
      Un abbraccio grande e Buon Natale
      Renato

  14. Ciao Renato, per vari motivi non ho ancora potuto venire nel tuo Ristorante ma ti seguo sempre con molto piacere, leggo e conservo le tue mail e ogni tanto cucino le tue ricette.
    Quest’anno sarà per me un Natale un pò triste poichè mio figlio e la sua compagna si sono trasferiti all’estero, a tavola saremo comunque come sempre una compagnia numerosa.
    Ti faccio tantissimi auguri estendili anche alla tua famiglia e a tutto il tuo Staff

    • Ciao Anna, ti ringrazio sempre per i tuoi affettuosi apprezzamenti. Capisco che l’allontanamento dei figli sia sempre molto faticoso – io ne ho due grandicelli -, ma il ritorno sarà ancora più caloroso, e qualsiasi giorno dell’anno lo vivrete come un Natale.
      Buon tutto
      Renato

  15. “Essere Chiesa povera e per i poveri, prima sogno solo di profeti e di martiri, è diventato il progetto pastorale di tutta la Chiesa assunto con fermezza da papa Francesco e raccontato nell’Esortazione Apostolica <>. È impressionante verificare come la Chiesa stia trovando una nuova vitalità grazie all´ascolto di quelle intuizioni e quelle pratiche pastorali ispirate dallo Spirito attaverso i poveri nelle periferie. Dio parla dalla periferia. I poveri ci evangelizzano. Noi missionari lo possiamo dire per esperienza personale. Per quel mistero insondabile di Dio che, per pura Grazia, nasconde le cose ai sapienti e le rivela ai piccoli, gli <> e gli <> sono ancora una volta lo strumento che Lui ha scelto per indicarci la strada del rinnovamento” (Fratel Francesco D’Aiuto, Missionario a Santa Rita – Paraiba – Brasile)
    E’ solo nella povertà della grotta di Betlemme che troviamo Gesù, il Salvatore del mondo.
    Buon Natale, con affetto

    Carlo Miglietta

    • Grazie per aver condiviso il tuo augurio, che ci arriva dalla periferia del mondo attraverso la testimonianza autentica di Fratel Francesco.
      Buon Natale a tutta la famiglia.
      Renato

  16. Carissimo Renato,
    anche per me è stato un piacere ricevere i tuoi auguri e ancora più piacere provo nel leggere le parole di affetto che ti vengono rivolte. L’Amore ci aiuterà sempre a superare ogni difficoltà!
    Auguriamoci un Natale di pace, con un pensiero rivolto a coloro che soffrono, a coloro a cui la vita ha riservato dolori e dispiaceri. Avvolgiamoci nelle “malinconie buone” che ci riconducono ai ricordi dell’infanzia, della spensieratezza, a quando bastava poco per renderci tutti più felici.
    Affettuosi auguri anche a Daniela, ai vostri Ragazzi, a tutti i vostri Cari, ai Collaboratori ed alle loro Famiglie e agli “Amici” della piazzetta.
    Con affetto, Luigi

    • Ciao Luigi, grazie per aver arricchito anche tu, con le tue parole, questo spazio.
      Un abbraccio a voi tutti e un bacetto a Matilde.
      Presto riceverai mie notizie…

      Renato

  17. Ciao Renato! Bellissima la tua mail, come sempre non smetti mai di stupirci e di farci ridere! Sai, io amo follemente il Natale, spero sempre che passi Gesù Bambino, ascolto e suono tutte i canti della tradizione, mi piacciono sia l’albero che il presepe…quest’anno trascorreremo il Natale dalla mia famiglia e credo che passerò le giornate buttata per terra a giocare con la mia nipotina Elisabetta: un’esplosione di gioia! Auguro a te e famiglia e a tutti gli amici di Oryza un sereno Natale! A presto!

    • Cara Miriam, per sentirti suonare i canti di Natale con il tuo violino, sarei disposto a pagare il biglietto. Magari il prossimo anno ci organizziamo e raccogliamo fondi per i pozzi… che ne dici? Intanto dagli un abbraccio e un buon Natale anche al mio caro paesanuzzu Mirko, sperando di vederci presto.
      Un forte abbraccio e un bacio alla piccola Elisabetta.

      Renato, con tutta la truppa.

  18. Ciao Renato e, a questo punto, ciao a tutti i visitatori del blog!
    Era già da qualche giorno che avevo ricevuto il tuo messaggio e, contrariamente agli altri tuoi che leggo immediatamente (tanto so che quando scrivi tu c’è da ridere fino a “Porta Pila”), stavolta l’ho conservato fino ad oggi, primo momento di relax dopo una settimana “in tiro” dalle 07:00 alle 22:00.
    É da più di mezz’ora che mi fate compagnia… ma compagnia quella vera, mescolando amici “virtuali” ad amici fisici (ciao dr Miglietta!… Anche tu a mangiar “maratone di risotti” dall’amico Renato? gli hai già raccontato del Co.Ro.?)…
    Renato, mi fermo qui con il commento (ma non con i pensieri ed il lavorio dell’anima) perché -mi conosci- finirei per farla più lunga del “padrone di casa”.
    Auguri x te, Daniela, i ragazzi (i tuoi-tuoi, ed “i tuoi” dei locali), buon Natale e prospero 2016, soprattutto in salute.
    Ovviamente auguri a tutti i lettori ed a chi ha scritto prima di me
    Ezio e Daniela (la “mia” Daniela!) con Fefé (che ieri ha sostenuto un esame all’Uni… speriamo che sia passato)…e non farmi la battuta che come fai il passato tu,non lo fa nessuno !
    😉

    • Ciao Ezio, come al solito spumeggiante!!! Mi fa piacere sapere che in questo spazio si incontrino vecchi amici… e nuovi: è proprio una cosa bella, mi ripaga delle buone intenzioni che ci metto.
      Ti rinnovo i miei più cari auguri, includendo la Daniela che abbiamo in comune (ovviamente per il nome) e ricordando a Fefè che il minestrone è meglio del passato.
      Un abbraccio
      Renato

  19. Ciao Renato e un caro saluto a tutti i lettori del blog,

    il tuo racconto è meraviglioso ed abbiamo bisogno di leggere e conoscere esperienze come quelle vissute da te e i tuoi. Il mondo sta cambiando, anzi è già cambiato e abbiamo la fortuna di avere rapporti sempre più frequenti con persone di altre nazioni, etnie diverse, costumi diversi. E poter confrontarsi e vivere questi cambiamenti in modo civile e sereno sarebbe la cosa più bella del mondo.
    La tua è una esperienza di vita vissuta che dimostra come basti poco per vivere un Natale ancora più bello, con l’auspicio che quello che avete provato lo si possa sperimentare tutti ogni giorno.
    Un caloroso augurio a te, alla tua famiglia, al tuo collaboratore Marian e a tutti quanti voi qui intervenuti

    • Ciao Gianluigi, ti ringrazio molto per il tuo apprezzamento, e grazie anche da parte di Mirel Marian, il nostro super Oste.
      A presto
      Renato

  20. Juve, panettone, presepe, Gesu’ Bambino….ecc. Risposta provocatoria al tuo “appello” al Derby: essere diversi ma rispettare gli altri con meno pregiudizi e minor presunzione. E non e’ proprio il caso di affermare : vinca il migliore!?
    Certo la situazione attuale ( fino a che punto “genuina” ?) non induce facilmente alla comprensione e all’integrazione, lasciando ampi spazi ad atteggiamenti estremistici e intolleranti ( spesso a priori), ma potremmo pentirci di condividere e dare spazio ad estremismi distruttivi, pur se contrapposti ad eguali devastanti comportamenti. E questo senza rinunciare alla nostra essenza culturale e sociale, pronti comunque a difenderla, ma non facendo “di tutte le erbe un fascio”.
    Un augurio complesso, il tuo, che rischia di trovare molti (anche gente perbene) a voltarsi dall’altra parte, per non voler vedere, per convenienza egoistica, per esasperazione….per paura. E allora auguriamoci davvero di VIVERE (come tu stesso puntualizzi) meglio che possiamo questo Natale auspicando, per tutte le persone che amiamo e per gli amici ( ma non solo), quella serenita’ che purtroppo ultimamente abbiamo perso, e qualche squarcio di felicita’ AUGURI

    • Grazie Gianfranco, lo sforzo ci aiuta a crescere!Noi ci proviamo, coscienti che non tutti guardano nella stessa direzione.
      Auguri ancora a te e tua moglie.
      Renato

  21. Ciao Renato,
    che bell’augurio. Nell’aprirsi all’altro conquistiamo conoscenza. Un ragazzo indiano mi ha consigliato di comprare un elefantino portafortuna per un’amica. Ho risposto che non credo molto alla fortuna e lui mi ha detto “neanche noi, ma l’elefante è un animale intelligente e se lo regali auguri di incontrare persone intelligenti…” Auguro a tutti di incontrare persone intelligenti. Buone feste

  22. Caro Amico, veramente NON TI SOPPORTO PIÙ, perchè riesci sempre a farmi commuovere e questo mi da veramente fastidio.
    Per altro, visto che ho il piacere e la fortuna di vederti quasi quotidianamente, posso anche dirtelo di persona che sono veramente contento di averti rincontrato dopo tanti anni e scoperto l’Uomo che sei.
    Non ho ancora cominciato a leggere il libro, che mi riservo per i tre giorni di Natale, quando finalmente staccherò un poco la spina e che conto di gustare e che sicuramente arricchirà la mia persona con i suoi contenuti.
    Ti abbraccio con l’affetto di sempre ed Auguro a Tutti gli Affezionati Amici della News Letter ogni bene.

    • Caro Guido, mi avevi fatto spaventare…
      Grazie a te e non mi dilungo perché ti aspetto per l’aperitivo con la sangria, prima di andare a casa…
      Ti aspetto!
      Renato

  23. Ciao Renato!
    E’ sempre un piacere ricevere le tue mail ed i racconti degli aneddoti ispirati alla tua vita.
    Che posso dire…..ti auguro di vivere un felicissimo e santo Natale con tutta la tua famiglia!!

    P.s.: per quanto riguarda il derby:
    – tifo la grande Juve
    – preferisco la doccia
    – Stanlio e Ollio, non si può scegliere tra “una cosa sola”!
    – mi piace di più il pandoro
    – meglio il moscato
    – scelgo il presepe, anche se faccio anche l’albero rigorosamente sintetico
    – canto “Tu scendi dalle stelle”
    – ovviamente Gesù Bambino…il Natale è il suo compleanno!

  24. ciao renato grazie dell invito a partecipare a questo derby! Io posso dire che quest anno sarà il secondo natale piu bello della mia vita perché è il secondo che lo condividiamo con nostro figlio lorenzo e spike il nostro cagnolone..e lo passeremo con i nostri cari..il 24 la vigilia dalla mia dolce nonna e il 25 dai miei suoceri..adoro tutto del natale tranne il fatto che è diventato un giorno in cui si pensa solo al consumismo ..per me lo spirito natalizio è l unione in famiglia e lo scambio di piccoli doni fatti con amore. Spero di venirvi a trovare al piu presto vi auguro un felice natale♥♥♥

    • Buon Natale a te e a tutti e tutte le persone che lavorano e collaborano con te nei ristoranti.
      Da Ottobre ho iniziato un Derby che per ora è finito 1 – 0 per me. Spero di aggiungere altri goal. In fondo mi hanno chiamato Renata che significa; nata due volte. Ti posso assicurare che sono rinata.
      E’ stata un’esperienza che non avrei voluto ma che mi ha aiutato a crescere come persona.
      Ancora buon Natale a te e alla famiglia e un felice anno novo.
      Renata.

    • Sono ancora io, a Natale pranzo da me , in famiglia. Mia sorella porta gli antipasti, io ho preparato agnolotti di carne e di magro, mio fratello e la compagna porteranno il dolce. Quindi un Natale con i fiocchi!
      Renata,

  25. Ciao Renato!
    Alla fine grazie alla tua mail ho scoperto il sito di cui abbiamo parlato quest’estate sotto l’ombrellone. Per mille motivi non ero ancora riuscito ad avvicinarmi!
    Io paradossalmente il Natale spero e penso di passarlo a lavorare nel locale di Acqui e così pure il Santo Stefano, ti dirò mi fa piacere perchè ora come ora questo per me è importante. Poi mi rifarò con qualche pranzo o cena fuori programma, tanto con Sabrina quelli non mancheranno!
    Che dire, bello il messaggio della vigilia di Natale, come sempre non ti smentisci e riesci ad arrivare al cuore (ed anche alla mente).
    Buon Natale a te ed alla famiglia! E prima o poi, anche se siam lontani abbiamo deciso che una maratona verremo a farcela, prima dell’estate.
    Ci sentiremo per telefono ma in ogni caso tanti auguri a tutti voi!
    Riccardo e Sabrina!

    • Caro Riccardo, consolati, anche noi lavoriamo a Natale… ma non ci dispiace. La sera però lo passiamo in famiglia e siamo tanti.
      Mi raccomando, ti aspetto per la prossima Maratona del Risotto.
      Nel frattempo, ti mando un caro abbraccio e un Buon augurio per il miglior Natale in cui speri.
      A presto
      Renato

  26. Ciao Renato,
    complimenti sei sempre molto originale e divertente e mi piace molto leggerti. Mia moglie crea i presepi e quando verrò a trovarti, se mi ricordo, te ne porto uno.
    Sinceri auguri a te e famiglia

  27. Evviva il Natale con tutte le sue infinite scelte! Io amo sia il Pandoro che il Panettone! Ma al posto dello spumante…. un dito di Passito ed è subito festa!

    Buone feste a tutti Voi!!

  28. Tanti cari auguri anche a te Renato ed a tutta la tua truppa. Sei davvero una persona speciale, come speciale sono le tue iniziative. Anche io non frequento molto i tuoi ristoranti perchè abito un pò distante, ma seguo con interesse le tue iniziative e le publicizzo. Ti auguro tanta serenità e salute e, non per ultimo, di riuscire in tante altre tue avventure.
    Un buonissimo Natale a tutti voi ed a tutte le persone che ti seguono.

    • Cara Livia, ti ringrazio per l’apprezzamento e per il tuo affettuoso augurio che ti rinnovo con altrettanto affetto.
      Alla prossima
      Renato

  29. Ciao Renato,
    volevo ringraziarti per tutte le cose belle e buone che ho avuto la fortuna di conoscere grazie a te….
    Sono contenta di averti conosciuto sei proprio una bella persona. Estendi a tutta la tua famiglia i miei migliori auguri di Buon Natale e arrivederci a presto.
    Tanti cari auguri di Buon Natale anche a tutti i tuoi clienti/amici che se pur non conosco personalmente, essendo tuoi amici….lo sono anche per me….Buon Natale a tutti!!!

    • Cara Stefania,
      grazie di cuore per il tuo affettuoso apprezzamento e per gli auguri e stesi a tutti i nostri amici.
      Ancora tante cose buone e belle.
      Renato

  30. Buongiorno Renato.SOno le 5,30 e sono sveglia(anche se in ferie) perche’ non riuscivo a dormire.IL motivo e’che in questi giorni sto ricevendo tanti gesti d’affetto e ora ho il cuore che mi scoppia (le belle emozioni sono difficili da contenere);la ciliegina sulla torta e’stao leggere,ora,quello che hai scritto.MI hai dato ancora piu’fiducia nelle persone e nella vita….ho un bambino “fuori dagli schemi” e quello che hai scritto mi conferma che nel mondo c’e’ posto anche per lui.Un grande abbraccio da parte mia,un grande augurio di tanta felicita’ per te e per i tuoi cari.

    • Cara Annaalaura,
      ricevere questo tuo commento mi riempie di gioia e di orgoglio, sapendo che il mio augurio ti ha regalato emozione e fiducia.
      Un abbraccio forte e un bacione al tuo bambino Speciale, com’è speciale chiunque è ‘fuori dagli schemi’… perché ci arricchisce il nostro sguardo sulla Vita.
      Grazie
      Renato

Lascia un tuo commento: